lunedì , Novembre 30 2020

Apple non avrà il modem 5G né da Qualcomm né da Samsung

Una brutta notizia aleggia nel mondo della telefonia, ma per fortuna del robottino verde riguarda la controparte di Cupertino. Stando a quanto riportato dal Taiwan’s Eletronic Times, sembra che Samsung e Qualcomm non offriranno forniture di modem 5G ad Apple.

Le ragioni di Qualcomm e quelle di Samsung

Per quanto riguarda Qualcomm, dietro a questa mancanza di fornitura dei modem 5G pare ci sia una guerra di brevetti. Qualcomm, infatti, ha accusato Apple di violazione di proprietà intellettuale e, purtroppo per l’azienda americana, ha anche vinto in primo grado di giudizio. Risultato, in Asia molti modelli di iPhone verranno banditi, ma non si sa nulla sull’effettività di tale decisione.

Qualcomm ha quindi accusato ancora una volta Apple di beneficiare delle proprietà intellettuali per le quali rifiuta qualsiasi pagamento. D’altro canto, Apple afferma che Qualcomm si starebbe impegnando per ostacolare la vendita degli iPhone in Cina come contromossa disperata di un’azienda incriminata di pratiche illegali. Maggiori dettagli sono reperibili all’articolo completo sulla vicenda su ilCorrriere.it.

Per quanto riguarda, invece, l’azienda coreana, la faccenda ha un aspetto sia produttivo, sia economico. Samsung, infatti, ha affermato di non aver forniture sufficienti di modem 5G per il suo stesso processore Exynos 5100. Potrebbe aumentare il tasso di produzione, ma ciò avrebbe un costo maggiore per Apple. A Cupertino non piace spendere più del dovuto, anzi vorrebbero tirare al risparmio. Risultato, anche Samsung potrebbe non fornire modem 5G ad Apple.

Niente modem 5G per Apple

Ci sarebbero altre vie percorribili, ma l’unica effettivamente praticabile sembra quella di MediaTek. Purtroppo per Apple e per i suoi criteri di qualità, MediaTek non avrebbe i requisiti per gli standard dell’americana.

Secondo i report, per il modem 5G di Intel invece le date non sarebbero assolutamente concorrenziali per Apple. Si parla di una disponibilità entro il 2020. Con un iPhone nuovo all’anno, il primo con connettività 5G potrebbe arrivare non prima del 2021. Così, anche Intel non fornirà i modem 5G ad Apple.

Huawei? Huawei, non è incline a vendere i propri chip ad altre compagnie.

Hey amico, hai un modem 5G?

Scherzi a parte, ma giusto per sdrammatizzare, forse per Apple l’avvento del 5G non sarà una passeggiata. Questo, sebbene noi amiamo Android e quindi di Apple ce ne possiamo lavare le mani, comunque non è un buon segno.

La competizione è l’anima della concorrenza e se un competitor non gode di buona salute, allora non può esserci concorrenza. Se da un lato più concorrenza non porta necessariamente ad innovazioni rapide e significative, meno concorrenza non giova a noi appassionati.

Staremo a vedere, anche se noi ci occuperemo principalmente di tutto ciò che riguarda Android, bisogna comunque tenere in considerazione vicende importanti come questa.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

Gestire i File su Android, ecco come fare e quale app usare

Una delle domande che mi è stata fatta più spesso, soprattutto a proposito di foto …