domenica , Novembre 17 2019
Home / Approfondimenti / Aptoide è sicuro su Android? Sì, ecco perché
aptoide logo

Aptoide è sicuro su Android? Sì, ecco perché

Da quando si è iniziato a parlare seriamente di una soluzione al problema di Huawei, ci sono arrivate alcune domande a proposito di uno dei possibili store di app. In particolare, uno dei nostri lettori ci ha chiesto se Aptoide è sicuro da usare su Android. Ma cos’è Aptoide e a cosa server? Attenzione perché il funzionamento di Aptoide è un po’ diverso rispetto al Play Store, ed ora cercheremo di capire le origini di Aptoide e che cosa comporta l’uso su Android.

Una possibile definizione di Aptoide potrebbe essere che è un negozio online che offre applicazioni mobili compatibili con il sistema operativo Android. Ma questo all’utente che vuole capire se Aptoide è sicuro o meno su Android non basta. In pratica, come avviene per molte distribuzioni Linux, le applicazioni sono distribuite tramite canali chiamati “repository”.

aptoide sicuro su android

Attraverso questi, possiamo accedere alle applicazioni diversamente non disponibili sul Play Store, ovvero installare le applicazioni del Play Store anche sui terminali che non hanno i Google Mobile Services. Qui entra in gioco il discorso Huawei, in quanto il ban imposto dagli Stati Uniti non permette più a Google di rilasciare la certificazione per i Google Mobile Service. Senza questa certificazione, Huawei non può preinstallare tutti i servizi di Google, nemmeno fuori dalla Cina.

Aptoide, senza avere bisogno dei certificati di Google mette a disposizione dei canali (o repository) attraverso i quali è possibile installare le applicazioni Android. I repository, appunto, sono creati da utenti i quali a loro volta possono caricare le applicazioni.

Attenzione, perché qui arriva la risposta alla domanda se Aptoide è sicuro o meno su Android. Conoscete chi ha creato il repository? Difficilmente la risposta potrebbe essere affermativa, ma comunque c’è da capire bene la situazione.

Gli store alternativi su Android


Ora che sappiamo come funziona, possiamo capire che già a partire dal suo stesso funzionamento non è per niente paragonabile al Google Play Store. Prima di tutto per la diffusione delle applicazioni, ma poi anche per il fatto che Play Store offre differenti controlli di sicurezza.

Questo, comunque, non significa in alcun modo che le applicazioni caricate su Aptoide e quindi installate su uno smartphone, siano per forza pericolose. Al contrario, ma a differenza del Play Store se cercate la “sicurezza” di Play Protect, non la troverete.

Di suo, comunque, Aptoide contiene una vastissima selezione di applicazioni. Non per niente è il primo “store alternativo” per Android. La sua installazione, comunque, non è immediata, ovvero per installarlo non potremmo scaricarlo dal Play Store di Google. Ci mancherebbe, sarebbe anche un contro senso se Google permettesse di installare il uno store alternativo al Play Store stesso. Come se arrivati a cena in un ristorante, ci mettessimo a cucinare per chi viene facendoci pagare.

Aptoide è anche legale su Android

Lo store di applicazioni alternativo Aptoide è legale, sicuro e non ha niente da invidiare al Play Store. Tutto sommato, però, c’è da fare i conti con alcuni repository che offrono applicazioni che sarebbero a pagamento sullo Store di Google. Ma le offrono “gratuitamente”. Questo, è molto importante da sapere, non è legale.

Non vi diremo mai “così puoi scaricare le applicazioni gratis” e confidiamo che sia di comune buon senso capire che se un’applicazione è a pagamento, un motivo ci sarà. A pagamento significa che non ci saranno pubblicità nell’applicazione. Significa anche che lo sviluppatore, molte spesso o una o poche persone, hanno sudato per realizzarla. Rispettare il loro lavoro, onorandolo con un piccolo contributo è il minimo.

Installare Aptoide su Android

Finché rimanete sullo store principale, quindi non usate repository terzi creati da altri utenti la risposta è quindi positiva. Aptoide su Android è sicuro e non ha particolari problemi. Per installarlo, quindi, non dovrete far altro che visitare la pagina ufficiale dello store.

Aptoide per Android

Ci sentiamo comunque di non consigliare nessuno store che offre applicazioni che sono a pagamento come gratuite. Non solo perché non è legale, ma anche perché Aptoide può chiudere da un momento all’altro qualsiasi repository che viola i termini di servizio. Non è da escludere che la stessa possibilità di creare store alternativi sia stata già rimossa o verrà tolta nell’immediato futuro. Perdereste, quindi, la possibilità di aggiornare il gioco o l’applicazione che avete installato.


Aptoide su Android è legale e, ripetiamo, il suo uso basilare anche sicuro. Vi fidate o preferite rimanere su Play Store? Fatecelo sapere usando il box dei commenti qui sotto. Per qualsiasi dubbio o informazioni, non esitate a contattarci. Come qualsiasi cosa, Aptoide è sicuro su Android tanto quanto qualsiasi altra cosa: dipende l’uso che avete intenzione di farne. Non fidatevi di chi offre app a pagamento in modo gratuito e continuate ad usarlo con tranquillità.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!