mercoledì , Aprile 8 2020
mobile gaming

Mobile Gaming, il futuro dei videogiochi è su smartphone?

Che i videogiochi abbiano intrapreso strade nuove e diverse è innegabile. Da passatempo nelle sale giochi, ai nerd dei primi computer, all’avvento delle console che hanno trasformato i videogiochi in un qualcosa di mainstream, fino ai dispositivi mobili. La diffusione dei terminali mobili (sia smartphone che tablet) hanno definitivamente decretato il successo planetario dei giochi, siano essi GDR, strategici, avventura, o semplici puzzle e flash game. Insomma, è il mobile gaming ora a conquistare gran parte del settore. Scopriamo perché.

Il successo delle app e del mobile gaming

Tutti abbiamo un dispositivo mobile con noi, che sia uno smartphone o un tablet, e tutti noi abbiamo provato almeno una volta a giocare con uno dei puzzle games proposti nei social e in alcune app di messaggistica, come Telegram. Inoltre, la maggior parte di noi avrà anche scaricato qualche gioco dallo store di Google o Apple: nella classifica delle app gratuite più scaricate, tra la top ten, quattro sono giochi. Se passiamo alle app a pagamento, nella top ten, nove sono giochi. I giochi per telefono possono essere scaricati facilmente, sia in versione gratuita sia a pagamento, sono disponibili a tutti, sono immediati e hanno una giocabilità e una fruibilità che gli altri giochi non hanno.

Mentre siete in viaggio, mentre siete in pausa dal lavoro: il mobile gaming arriva ovunque. E per i professionisti del gioco ora c’è la possibilità di acquistare uno smartphone pensato appositamente per il gaming (come i Razer Phone o ASUS ROG Phone 2 – e di accedere a giochi cross-platform, ovvero disponibile per più piattaforme, per continuare a giocare davvero ovunque.

È così che il mobile gaming è riuscito ad arrivare ad incassi esorbitanti, raggiungendo il 45% del valore dell’intero settore, secondo il rapporto Global Games Market Report 2019.


Per il futuro? Cosa ci si aspetta dal mobile gaming

Questo successo è dunque dovuto all’immediatezza dell’esperienza di gioco, e alla modalità di gioco, che attraverso il touch screen diventa molto più facile, soprattutto per bambini e per neofiti del gioco. Con la possibilità dello streaming dei giochi, servizi lanciati sia da Google con Stadia sia da Apple e molti altri, è probabile che il cross-platform gaming si consolidi ancora di più. Non dobbiamo dunque aspettarci che le vecchie console e i giochi per PC vadano in pensione. Anzi, questa innovazione del mobile gaming – e soprattutto le grandi innovazioni tecnologiche come Augmented Reality e Virtual Reality – daranno una spinta ulteriore al settore. Le velocità di connessione poi, abbassando dunque il ping, e soprattutto il 5G se davvero arriverà anche nel nostro paese, aumenteranno ancora di più le possibilità offerte al settore. Sono ancora molti i dubbi che riguardano questa nuova infrastruttura, ma nel frattempo per ridurre il ping i gamers più accaniti possono utilizzare strumenti come le reti VPN.

Di certo la categoria Giochi è la categoria più popolare nel Play Store e le nuove tecnologie non potranno far altro che aumentare questa tendenza!

Informazioni su Redazione