mercoledì , Novembre 13 2019
Home / Giochi / Fortnite nuova mappa nel Capitolo 2

Fortnite nuova mappa nel Capitolo 2

Con l’arrivo della nuova mappa per Apex Legends, anche gli sviluppatori di People Can Fly hanno lavorato duramente a quello che si vociferava da tempo. Non sono state poche le indiscrezioni a proposito dell’arrivo anche per Fortnite di una mappa nuova, ma ora più che mai i dati potrebbero essere confermati dal datamining a proposito del Capitolo 2. Letteralmente, scavare alla ricerca dei dati: una pratica comunque, soprattutto per i leaker più esperti.

Sul proprio profilo Twitter, HYPEX ha condiviso a proposito di Fortnite i nomi dei nuovi POI della nuova mappa. Con POI, come saprete già, si intendono i Point Of Intrest (Punti di Interesse). Per farla breve, le città o i luoghi nominali di Fortnite come Boschetto Bisunto.

Come potete leggere nel tweet condiviso alcuni giorni fa, HYPEX sostiene che arriveranno ben 12 nuovi punti di interesse. Ma non solo. Dall’app store di iOS è emersa l’anteprima di un video che non lascia spazio a dubbi. Come potete vedere nell’immagine qui sotto, Fortnite avrà chiaramente una nuova mappa nel Capitolo 2 a partire da stasera.

Immagine

A giudicare dall’immagine, comunque, sembra chiaro che le novità non riguarderanno solo la mappa. Con differenti fiumi nel mezzo, non è difficile notare le barche che navigano. Probabilmente arriveranno su Fortnite, insieme alla nuova mappa, anche nuovi mezzi di spostamento come le barche.


Su Fortnite, comunque, la stagione 11 è un momento di rilancio del gioco. Non solo l’arrivo della novità attirerà più giocatori che vorranno provare il nuovo terreno di sfida, ma anche (e si spera) la risoluzione di quei problemi. Comunque, c’è da dire, non è la prima volta che Epic Games ricorre ad un asteroide per modificare o, come in questo caso, cambiare la mappa.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!