martedì , Novembre 24 2020

Come cambiare DNS su Android

Nel gergo delle reti informatiche, DNS è un acronimo che sta per Domain Name System, ovvero Sistema di Nomi dei Domini. Ma cos’è un dominio e a cosa servono i DNS? Rispondere a questa domanda può anche aiutarci a capire perché i DNS sono importanti, a cosa servono e come possono aiutarci ad aumentare anche significativamente la nostra sicurezza. Inoltre capiremo semplicemente perché cambiare i DNS su Android ci può aiutare.

DNS, Domain Name System

Partiamo da cos’è il DNS. Quando visitiamo una risorsa web, sia essa un sito o un contenuto multimediale, siamo soliti scrivere l’indirizzo. L’indirizzo web di una risorsa è indicato come URL, ovvero Uniform Resource Locator ed è né più né meno l’indirizzo esatto di dove si trova quella data risorsa.

Anche se noi vedremo sempre l’URL nella barra degli indirizzi del nostro browser preferito della risorsa a cui ci stiamo connettendo, dietro accade una “magia”. Il DNS sostituisce l’URL con l’indirizzo IP a cui ci vorremmo connettere.

In pratica, se noi conoscessimo l’indirizzo IP di www.google.it potremmo aprirlo allo stesso modo in cui lo apriamo quando ne digitiamo l’indirizzo.

Perché cambiare i DNS anche su Android

Potremmo tranquillamente lasciare che il nostro gestore dei servizi internet assegni automaticamente i DNS, per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza non abbiamo grossi timori.

Per quanto riguarda la fruizione di contenuti, può capitare che alcune informazioni vengano bloccate. Parliamo principalmente di re-indirizzamenti pubblicitari o di contenuti non desiderati. Fintanto che vengano bloccati contenuti pericolosi, ben vengano. Ma quando questo potrebbe limitare l’esperienza d’uso del web, non permettendo correttamente la fruizione di pubblicità che potrebbero essere interessanti, la situazione diventa decisamente fastidiosa.

Giusto per farvi un’idea, molti “affari” li ho conclusi dopo aver visto una pubblicità, cercato in un’altra scheda quel prodotto sponsorizzato ed aver scoperto che quella era l’offerta migliore.

DNS su Android, come cambiarli

Con il vostro smartphone o tablet Android tra le mani, recatevi nelle impostazioni. Alla voce connessione, ovviamente WiFi, selezionate la connessione di cui volete modificarne il DNS.

Clicca per ingrandire

Una volta nelle impostazioni della connessione, alla voce “Impostazioni IP” selezionate la voce Statico.

Fatto questo dovremmo impostare un indirizzo IP Statico per il nostro terminale. Se non sapete come fare, consultate questa nostra guida.

Una volta impostato l’indirizzo IP statico, è il turno del DNS. Ne potremmo elencare tantissimi, ma il nostro suggerimento ricade su quelli di Google per velocità e sicurezza ovviamente.

Alle due voci DNS 1 e DNS 2 scriveremo i numeri:

  • DNS 1: 8.8.8.8
  • DNS 2: 8.8.4.4

Fate tap su salva e se tutto è andato a buon fine, i DNS di Google saranno impostati sul vostro terminale. Una navigazione sicura e più libera vi aspetta.

Fateci sapere, usando il box dei commenti, se avete trovato la guida facile, chiara e se avete risolto qualsiasi problema di navigazione avevate in precedenza.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

installare android debug bridge windows 10 powershell

Installare e integrare ADB su Windows 10 PowerShell

Una delle principali suite di applicazioni che dovremmo avere installate sul nostro PC è ovviamente …