venerdì , Ottobre 18 2019
Home / Guide / Come installare gli APK su Android
Come installare gli APK su Android

Come installare gli APK su Android

Spesso capita di voler provare applicazioni che, per un motivo o per un altro, non sono disponibili sul Play Store. Come fare, quindi, per installare gli APK scaricati da internet su Android. Prima di iniziare a spiegarvi come fare ci sono due premesse molto importanti. La prima riguarda la sicurezza, ovvero se decidete di scaricare un APK da internet, la sicurezza dei vostri dati, del vostro smartphone non è garantita da nessuno. Inoltre, se state scaricando software altrimenti fornito a pagamento sul Play Store, ricordatevi che state violando i diritti d’autore. Se invece siete sicuri sia della fonte, che della provenienza lecita dell’APK (ad esempio l’installer di Fortnite), allora procediamo ad attivare le origini di installazione sconosciute.

Come installare gli APK su Android

Aprite le impostazioni e recatevi alla voce sicurezza. Lì troverete un’impostazione che reca la dicitura “Origini sconosciute” o, come nel caso di un terminale Samsung, Installa app sconosciute“. Una volta abilitata, d’ora in avanti potrete installare le app via pacchetto APK scaricate da internet. Vi ricordiamo, come detto in precedenza, di essere certi sia della sicurezza che vi può offrire chi divulga l’APK, che della legalità dello stesso APK.

Noi vogliamo fornirvi una spiegazione, così come un riferimento su come attivare le origini sconosciute per le applicazioni. Ci sono molte app che non sono state pubblicate sul Play Store e questo non vuol dire in nessun modo che siano per forza malevole. Tuttavia, esserne certi è un bene per la vostra sicurezza. Informatevi prima di installare cercando quante più informazioni riteniate giuste per determinare se l’applicazione è installabile sul vostro smartphone o tablet senza rischi. Installare gli APK su Android è semplicissimo, ma informarsi prima di farlo è gratis!

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

iliad guida configurazione apn android

APN Iliad su Android: ecco come configurarlo

Avete appena fatto il passaggio ad Iliad o avete acquistato una SIM Card con un …