domenica , Aprile 5 2020
REalme x2 Pro unlock sbloccare bootloader

Realme X2 Pro, come sbloccare il bootloader

Qualsiasi terminale Android che permetta lo sblocco del bootloader ha la possibilità di esplorare scenari di personalizzazione estremi. Si parte dalla recovery modificata, come la celebre TWRP, per l’installazione di versioni dell’OS modificate. Permessi di super utente (o root, che dir si voglia), modifiche al kernel e quant’altro la comunità internazionale abbia “cucinato” per i terminali. Realme X2 Pro, prima in Cina ed adesso a livello globale, permette di sbloccare il bootloader ed adesso scopriamo come.

Realme X2 Pro, in versione da 6GB di RAM e 64GB di memoria interna di tipo UFS 2.1 è stato lanciato a 399€, aggiudicandosi il nostro titolo di King Buy 2019!

Ma prima, da qui in poi scriveremo in grassetto: qualsiasi operazione eseguiate di questo genere dovete sapere che è a vostro rischio e pericolo. Sbloccare il bootloader, a meno di eccezioni a discrezione del singolo OEM, può invalidare permanentemente la garanzia. Se siete tra quelli che sanno cosa stanno per fare, dovrete comunque sapere un’ultima cosa: su Realme X2 Pro sbloccare il bootloader non fa più funzionare il sensore per le impronte digitali. Ritornerà a funzionare una volta bloccato di nuovo, ma è bene sapere il perché, anche se tutto va a buon fine, vi ritroviate con un sensore di impronte non funzionante.

Non dimentichiamo che, nel costo per lo sblocco del bootloader c’è anche la perdita di tutti i dati. Accertatevi di aver eseguito un backup completo di tutto quello che volete conservare prima di eseguire lo sblocco del bootloader su Realme X2 Pro. Detto questo procediamo come di seguito.


Su Realme X2 Pro per sbloccare il bootloader avremo bisogno di ADB e Fastboot installato su Windows o Linux

Per installare ADB e Fastboot, trovate qui la nostra guida dove vi spieghiamo passo passo come installarlo ma, soprattutto, anche come integrarlo nelle variabili di ambiente di Windows 10. In questo modo, non importa n quale posizione vi troverete con il prompt dei comandi di MS-DOS o con Windows PowerShell, potrete usare sempre ADB o Fastboot. Qui, invece, troverete la guida di installazione su Linux Mint o qualsiasi distro basata su Debian o Ubuntu.

Perché possiate completare la procedura con successo su Realme X2 Pro e sbloccare il bootloader, dovrete anche scaricare il tool di Realme, ovvero Bootloader Unlock Tool App. Installate l’applicazione sul vostro Realme X2 Pro e verificate se è possibile sbloccare il bootloader. Il terminale, a questo punto, si riavvierà e visualizzerà la stringa fast boot_unlock_verify ok.

Adesso potrete eseguire i seguenti comandi in sequenza

  1. adb reboot bootloader
  2. fastboot flashing unlock
  3. fastboot reboot

Fra un comando e l’altro, aspettate che l’esecuzione sia finita ed alla fine il riavvio richiederà un po’. Non preoccupatevi, perché è normale in quanto tutti i dati sono stati cancellati.

Speriamo che la procedura sia chiara e che tutto sia andato per il meglio. Se avete sbloccato con successo il bootloader, fatecelo sapere qui sotto nei box dei commenti oppure visitando la nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!