domenica , Settembre 27 2020
emui 10 funzioni principali e logo

EMUI 10 Open Beta per P30 e P30 Pro, si inizia in Cina

Che la si chiami Open Beta o Beta Pubblica, fa lo stesso. EMUI 10 Open Beta è il rilascio in Cina, indicando che i tempi sono maturi per il test pubblico. Il rilascio ufficiale, vi ricordiamo, è previsto per Novembre 2019. Purtroppo ancora non è disponibile una data più precisa, ma non dovrebbe mancare molto perché se ne sappia di più.

Huawei, lo sappiamo, è stata la prima a presentare un terminale con Android 10. A seguire, EMUI 10 dopo la fase di Open Beta per Huawei P30 e P30 Pro, la cinese estenderà l’esperienza della sua personalizzazione e della nuova versione dell’OS di Google ai possessori del top di gamma 2019.

Tuttavia, giusto perché non ci piace pensare che a Huawei sia stata proibita la possibilità di preinstallare le app di Google, Mate 30 Pro arriverà sul mercato senza i Google Mobile Service. A differenza di Mate 30, Huawei P30 e P30 Pro potranno beneficiare dei servizi di Google, in quanto la certificazione è stata ottenuta prima del ban. Se possedete un Huawei P30 o P30 Pro, la EMUI 10 arriverà con tutti i servizi di Google anche dopo la Open Beta.


Fra le funzioni e le novità più interessanti di EMUI 10 ricordiamo il Dark Mode Engine. Mostrato durante la presentazione di Mate 30 e Mate 30 Pro, il Dark moda Engine non è solo un tema scuro a livello di sistema. Huawei, infatti, ha precisato che metterà a disposizione degli sviluppatori un intero sistema di API per sfruttarlo al meglio.

Non appena avremo informazioni precise sull’inizio della distribuzione di EMUI 10 dopo la Open Beta per Huawei P30 e P30 Pro vi faremo sapere prima possibile. Intanto, usando il box dei commenti, fateci sapere qual è la funzione che più vi piace e che state aspettando.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …