venerdì , Luglio 10 2020
facebook modalità scura

Facebook Dark Mode in arrivo (speriamo!)

Non è difficile immaginare perché l’adozione del tema scuro sembra essere una cosa molto apprezzata dai possessori di terminali con display AMOLED. Un pixel nero, in questi pannelli, è un pixel spento. A differenza dei pannelli LCD o IPS, la retroilluminazione non proviene direttamente dal pannello in sé. Al contrario, nei pannelli AMOLED sono gli stessi pixel ad illuminare il display. Quindi, dopo un po’ di tempo dal primo avvistamento molto grezzo, appare di nuovo una forma più concreta di Facebook in modalità scura o Dark Mode che dir si voglia.

Quando ne abbiamo parlato per la prima volta, il client del social network per Android era ancora in uno stadio embrionale, almeno per quanto riguarda il nuovo tema. Ce ne aveva mostrato uno spizzico Jane Manchun Wong, ma adesso arrivano un paio di segnalazioni da fonti differenti. La prima, Reddit, dove un utente ha caricato l’immagine che vedete qui sotto.

Facebook Dark Mode

In un’altra segnalazione fatta ai colleghi di Android Police, un utente ha ricevuto l’aggiornamento con la possibilità di provare il nuovo team. Purtroppo non abbiamo modo di confermare il rilascio imminente, quindi ci sentiamo costretti ad aspettare.

Facebook Dark Mode in arrivo

Aspettiamo, del resto sappiamo bene che Facebook in questi momenti se la prende decisamente comoda. L’aggiornamento di Instagram con la modalità scura ha impiegato diverse settimane per mostrarsi. Mentre, quello di WhatsApp è custodito con estrema segretezza, diventando quasi una leggenda alla stregua dell’Area 51. Qui sotto trovate il link al Play Store, non si sa mai ci sia un aggiornamento nel momento in cui ci state leggendo. Potete usare il box dei commenti per farci sapere se sul vostro smartphone Facebook si è mostrato con la Dark Mode. A proposito, potreste anche pensare di visitare la nostra pagina Facebook.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …