martedì , Novembre 24 2020

Samsung Galaxy A70s, ecco alcune specifiche tecniche

Non molto tempo fa avevamo visto insieme una indiscrezione di Ice Universe circa il primo terminale con sensore ISOCELL Bright GW1. Successivamente era emerso un report di ET News a proposito di Galaxy A70s, ma oggi arrivano nuove indiscrezioni sulle specifiche tecniche. A quanto pare la dotazione sarà di fascia medio alta, ma con quel nuovo sensore ottico che potrebbe fare la differenza.

Su Redmi Note 8 Pro ISOCELL Bright non ha stupito particolarmente. Vedremo, invece, cosa sarà in grado di fare Samsung su Galaxy A70s unitamente alle seguenti specifiche tecniche:

  • Display da 6.7 pollici Super AMOLED Full HD+ con risoluzione pari a 2400×1080 pixel
  • Processore Qualcomm Snapdragon 675
  • Memoria RAM pari a 6 o 8GB
  • Memoria interna pari a 128GB
  • Fotocamera posteriore tripla:
    • Sensore principale da 64MP con apertura focale f1/1.8
    • Sensore Grandangolare 8MP f 1/2.2
    • Profondità di campo 5MP f 1/2.2
  • Fotocamera anteriore da 32MP con f1/2.0
  • Batteria da 4.500mAh con ricarica rapida fino a 25W

Samsung Galaxy A70s, alla fine dei conti, giudicando le specifiche tecniche non è altro che una versione “potenziata” del predecessore. Arriverà con una fotocamera migliore, ma parte delle specifiche tecniche sono abbastanza simili rispetto alla versione annunciata lo scorso 10 Aprile.


Il prezzo di lancio di Galaxy A70 era di circa 420€, quindi al momento potremmo ipotizzare un range analogo. Galaxy A70s, ricordiamo, dovrebbe essere la prima implementazione di Samsung del suo sensore ISOCELL Bright GW1. Staremo a vedere le differenze che ci saranno con Redmi Note 8 Pro: sarà solo software o forse il processore giocherà un ruolo importante anche nel campo delle foto? Voi cosa ne pensate?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …