domenica , Novembre 29 2020
note 10 tof

Samsung Galaxy Note 10 con sensore ottico ToF

Manca poco alla presentazione, un mese esatto oggi ma in rete emerge un report molto interessante. Pare che Samsung Galaxy Note 10 potrebbe avere al suo interno anche un sensore ottico ToF (ovvero Time of Flight). Il primo smartphone coreano ad averlo è stato Galaxy S10 5G, quindi Note 10 potrebbe essere il secondo con a bordo questa tecnologia.

Abbiamo precedentemente parlato di come funzionano i sensori ToF e, come ricorderete bene, permettono una scansione 3D abbastanza accurata. Proiettando un fascio laser, il sensore misura il tempo fra l’andata ed il ritorno dello stesso fascio. Elaborando i dati, è in grado di restituire un modello 3D dell’oggetto inquadrato.

Non sarebbe affatto male avere su Galaxy Note 10 un sensore ToF, ma fin tanto che non si tratta di specifiche tecniche ufficiali, prendiamo tutto con il condizionale. Potrebbe esserci davvero, così come no. Non è del tutto da escludere, comunque, vista l’aggiunta su Galaxy S10 in versione 5G.

Mancano poche settimane alla presentazione del terminale e, nonostante le informazioni trapelate finora possono fare stilare una lista di specifiche molto golosa, aspettiamo ancora un po’. Sicuramente, trattandosi della linea phablet che ha reso celebre Samsung, nonostante quanto sia accaduto con Galaxy Note 7, aspettiamoci di vedere un altro top di gamma sopra i generi.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …