venerdì , Ottobre 23 2020
Galaxy Note 10 Plus, specifiche tecniche

Galaxy Note 10 Plus, specifiche tecniche prima del lancio

Non è la prima volta che accade e speriamo non sia nemmeno l’ultima, ma prima di lanciare un terminale le caratteristiche tecniche sono quasi sempre note. Prendiamo le seguenti informazioni più come rumor quasi confermato, che non come ufficiali. Sappiamo bene che la ricetta per il prossimo phablet coreano dovrebbe essere nota, quindi analizziamo insieme Galaxy Note 10 Plus e le sue specifiche tecniche.

A bordo di Galaxy Note 10, nella sua variante Plus, troveremo le seguenti specifiche tecniche:

  • Display da 6,75 pollici di tipo Dynamic AMOLED, risoluzione pari a 3040×1440 pixel, densità di pixel pari a 498PPI e rapporto di visualizzazione pari a 19:9
  • Processore Octa Core Qualcomm Snapdragon 855 o Exynos 9820
  • Memoria RAM pari a 8 o 12GB
  • Memoria interna pari a 128, 256 o 512GB
  • Fotocamera posteriore
    • Sensore principale da 12MP, con apertura focale variabile f/1.5-2.4, Dual Pixel PDAF, OIS
    • Teleobiettivo da 12MP, con apertura focale f/2.4, AF ed OIS e zoom 2x
    • Sensore grandangolare 16MP, con apertura focale f/2.2,
    • Sensore ToF
  • Fotocamera anteriore singola, da 10MP, apertura focale f/1.6
  • Batteria da 4.500mAh, con ricarica rapida fino a 45W
  • Sensore di impronte nel display, sensore per il riconoscimento dell’iride, saturimetro nella parte posteriore

Per la presentazione ufficiale di Galaxy Note 10, sia normale che Plus, dovremo attendere fino al 7 Agosto. Arrivano, grazie alle informazioni in possesso dei ragazzi di Android Updated, informazioni circa una funzione della fotocamera. Si chiama Super Steady (che possiamo intendere come Super Stabile) e il suo scopo potrebbe andare ben oltre la stabilizzazione delle immagini o lo scatto di soggetti in movimento.


Samsung, come sappiamo, ha portato diversi terminali in grado di realizzare scatti fotografici degni di una compatta. Specie nei top di gamma, quindi su Galaxy Note 10 Plus, oltre a specifiche tecniche di un certo livello, ci aspettiamo ovviamente una qualità fotografica elevata.

Staremo a vedere se tutte queste informazioni, durante il corso dell’evento di presentazione, verranno confermate e, quindi, approfondite. Noi non mancheremo di aggiornarvi prima possibile all’emergere di nuove indiscrezioni. Usando il box dei commenti qui sotto, voi non fateci mancare di sapere che ne pensate.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …