venerdì , Maggio 7 2021
galaxy note 10 ir blaster

Galaxy Note 10, un altro render suggerisce il sensore IR

Samsung, come sappiamo bene, per mano di Ice Universe ha svelato via via sempre più dettagli sul suo prossimo e decimo membro della dinastia Galaxy Note. Prima la memoria interna di tipo UFS 3.0, poi la ricarica rapida. Avevamo visto proprio ieri uno dei primi render, con tanto di video a 360 gradi, oggi ne emerge un altro che potrebbe rivelare su Galaxy Note 10 il ritorno del trasmettitore IR.

Dalle immagini, oltre a vedere lo stesso foro nella parte centrale del display per integrare la fotocamera frontale, vediamo la presenza dei tasti fisici. Non ne avevamo accennato prima, ma lo facciamo adesso perché sembra molto evidente: Galaxy Note 10 potrebbe avere l’IR Blaster?

Nel dettaglio che vedete qui sopra, possiamo notare sia il foro per il microfono dedicato alla cancellazione del rumore di fondo, sia un foro arrotondato alle estremità. Nel render che avevamo visto ieri, i due fori (che abbiamo evidenziato qui sopra) dovrebbero coincidere sia per dimensioni che per posizione a quelli che vedete qui sotto.

Ovviamente la cover andrà a coprire il foro per estrarre il carrellino ed il carrellino stesso per la SIM Card, ma non il foro del microfono e quello che sembra il sensore ad infrarossi. Staremo vedere se si tratta solo di una nostra impressione o se Samsung ha ascoltato la comunità che richiedeva a gran voce la presenza su Galaxy Note 10 del sensore IR. Galaxy Note 10 potrebbe essere sempre più interessante.

Se, invece, i render dovrebbe essere indicati come falsi o comunque con dettagli non veritieri, ancora non possiamo dirlo. Cosa fare quindi? Aspettare ed avere molta pazienza.

Fonte

AGGIORNAMENTO: Dopo l’uscita, Samsung ha smentito il rumor. Si tratta del secondo altoparlante stereo.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …