lunedì , Luglio 26 2021

Galaxy Note 10+, teardown analitico di JerryRigEverything

Qualche giorno fa lo aveva torturato, superando il test di sopravvivenza. Adesso, invece, Zack nel suo canale JerryRigEverything ha esposto l’interno di Galaxy Note 10+ nel suo video teardown analitico. Prima di tutto, in apertura del video c’è la sua polemica sul tasto di accensione, ma non di spegnimento. Il pulsante laterale, che serve per accendere il terminale, perde la sua funzionalità una volta che il telefono è acceso. Diventa infatti, subito dopo l’avvio, il pulsante dedicato a Bixby.

Per spegnere Galaxy Note 10+ in questo teardown, Zack mostra che è necessario premere il tasto Bixby e volume giù. Lo fa con non poca indisposizione, che noi condividiamo in buona parte.

Costatando che c’è spazio all’interno del terminale per il jack da 3,5mm, Zack lancia alcune idee per il suo ipotetico posizionamento. La polemica, ovviamente, si protrae sul fattore “accessori”. Se volessimo usare gli auricolari tradizionali, dovremmo per forza di cose acquistare un adattatore, nel caso in cui perdessimo quello in dotazione (se presente!).

La pecca più grave, in fin dei conti, è quella di aver incollato in modo permanente la batteria al telaio del terminale. Vero è che Zack ha condotto l’analisi del sistema di dissipazione in modo distruttivo, ma alla fine rimuovere la batteria non è cosa fattibile in casa. Samsung, i biadesivi magici non piacciono ancora?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …