lunedì , Novembre 23 2020
samsung logo

Galaxy S11, nuove indiscrezioni sulla fotocamera

Hanno collaborato alla realizzazione del nuovissimo sensore ISOCELL Birght HMX, ma pare che per i rispettivi top di gamma potrebbero prendere strade diverse. Xiaomi, ormai lo abbiamo visto ufficialmente, ha lavorato a Mi MIX Alpha con la quale si è spinta davvero oltre la sperimentazione. Samsung, invece, non ha ancora osato grandissime rivoluzioni sui propri top di gamma. Stando alle ultime indiscrezioni, Galaxy S11 potrebbe non avere la nuova fotocamera a 108MP.

Di qui a vedere la prossima ammiraglia della stirpe dei Galaxy S ci vorrà ancora qualche mese, ma Ice Universe si lascia andare a delle considerazioni. Stando a quanto abbiamo visto insieme a proposito del confronto fotografico fra Huawei Mate 30 Pro e Galaxy Note 10+, non possiamo che appoggiare la sua tesi.

Galaxy S11 non ha “bisogno” di una fotocamera con sensore da 108MP, ma di una che sia “più forte” di un sensore a 108MP. Interpretando liberamente le parole di Ice Universe, non viene difficile concordare. In fin dei conti, se Galaxy Note 10+ riesce, con i suoi 12MP, a stare testa a testa con Mate 30 Pro, si ha avuto l’ultima dimostrazione disponibile al momento che i megapixel non fanno per niente la differenza. Al contrario, Redmi Note 8 Pro con le sue foto a 64MP lascia ben più che perplessi.


Samsung Galaxy S11, nel 2020 la fotocamera potrebbe non essere l’unica arma per competere

Per cui Galaxy S11, è vero, ha bisogno di una fotocamera con capacità tali da competere con sensori come ISOCELL Bright HMX. Ice Universe, c’è da dire, sta perdendo un attimo il senso di visione di insieme. Con Mate 30 Pro Huawei ha eliminato virtualmente gli spigoli ed i pulsanti laterali ad eccezione del pulsante di accensione spegnimento. Xiaomi Mi MIX Alpha, invece, è andata ben oltre, avvolgendo quasi interamente il terminale con il display. E che display poi, bellissimo.

Al momento, queste, possono essere prese solo come considerazioni personali, basate su quelle di Ice Universe. Ma Samsung dovrà avere un po’ più di coraggio per Galaxy S11, osando di più e non solo nel reparto dei sensori ottici.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …