giovedì , Novembre 26 2020
samsung logo

Samsung Galaxy S11, mostrato il prototipo della fotocamera

Di recente si vociferava che il prossimo top di gamma coreano potrebbe arrivare nel mercato con una dotazione ottica molto generosa. Le indiscrezioni potrebbero non essere lontane dal vero, in quanto Samsung ha presentato qualche mese fa ISOCELL Bright HMX a 108MP in collaborazione con Xiaomi. La cinese lo ha già installato su Mi MIX Alpha, e Samsung sul prossimo “Picasso” potrebbe osare altrettanto. Compare in rete un dettaglio di Galaxy S11, in particolare si tratta del prototipo della fotocamera.

Condivisa da /leaks, quella che vedete qui sopra dovrebbe essere una box di prototipazione. Una cosa estremamente diffusa nell’ingegneria hardware, ma stando a quanto possiamo vedere questo dovrebbe essere il modulo dei sensori ottici dell’ammiraglia in arrivo il prossimo anno.

Si sta iniziando a parlare sufficientemente in anticipo di Galaxy S11, ora con questo prototipo della fotocamera. Probabilmente, in linea con quanto accaduto con Galaxy S10, la presentazione potrebbe avvenire a ridosso del mese di Febbraio 2020.

A Febbraio, come ben sappiamo, si tiene l’evento più importante a proposito del cosmo telefoni, smartphone, tablet e tutto ciò che riguarda il Mobile. A Barcellona, in Spagna, si terrà appunto il Mobile World Congress, dal 24 al 27 Febbraio per il 2020.

Potrebbe, quindi, Samsung presentare Galaxy S11 orientativamente in quella data? Molto probabilmente, sì. Ma dovremmo aspettare il corso dei prossimi mesi per saperne di più. Al momento, per tenere il passo con la concorrenza, Samsung è chiamata a fare “di meglio” sia in termini di sensori ottici, che di elaborazione delle immagini.

Nonostante tutto, Galaxy Note 10+ ha tenuto testa a Huawei Mate 30 Pro. Vedremo, quindi, casa accadrà con il prossimo anno, ma nel frattempo prendiamo tutto con molta cautela. Parlare adesso di Galaxy S11 non è sbagliato ma prendiamo tutto nella forma meno consistente dei rumor.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …