venerdì , Maggio 7 2021
Galaxy S9+ modalità notte

Galaxy S9+ arriva la modalità notte per la fotocamera

Instancabile, la coreana non conosce riposo ed ha portato sul suo penultimo top di gamma un aggiornamento con tantissime migliorie, molte delle quali incentrate sulla fotocamera. Samsung Galaxy S9+ riceve l’aggiornamento contenente la stessa Modalità Notte vista su Galaxy S10. Ma non solo

Come potete vedere nelle immagini nella galleria qui sotto la lista delle novità per la fotocamera è corposa, non tanto in termini di numero quanto di funzioni. Samsung Galaxy S9+ riceve, quindi, le seguenti migliorie:

  • Le prestazioni di Fotocamera sono state migliorate
  • Aggiunta barra intensità sfocatura sfondo(Autoscatto)
    • Consente di impostare la sfocatura dello sfondo nella schermata di anteprima con 8 livelli di intensità; è necessario impostare la modalità Messa a fuoco live
  • Introdotta nuova funzione: Lettore codice QR.
  • E’ stata aggiunta una nuova funzione di Fotocamera: Modalità notte
  • Migliorata la stabilità’ di Messaggi, Rubrica e Galleria.
  • La sicurezza del vostro dispositivo è stata migliorata.

In 574MB circa sono anche incluse miglioramenti alla stabilità del sistema, correzione di bug ed anche le ultime patch di sicurezza di Giugno 2019. Non appena possibile, proveremo la modalità notte per mettere a confronto il prima ed il dopo aggiornamento.


Per scaricare l’aggiornamento non dovrete far altro che aprire la notifica. Se non l’aveste ancora ricevuta, abbiate pazienza ancora qualche giorno. Possiamo confermarvi che il rilascio è pianificato quindi la distribuzione non avverrà in contemporanea su tutti i terminali. Un po’ per volta, ma chiaramente tutti avranno accesso al download.

Tranquilli, anche sul vostro Galaxy S9+ arriverà la modalità notte. Siete curiosi di provarla, lo sappiamo. Tenete duro, oppure fateci sapere se lo avete già scaricato usando il box dei commenti qui sotto.

.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …