giovedì , Ottobre 22 2020
samsung galaxy s9+ G960FXXU6CSG8

Galaxy S9 ed S9+ ricevono Call & Message Continuity

Brava come al solito, Samsung non riposa un attimo ed infatti per Galaxy S9 ed S9+ ha appena rilasciato un aggiornamento con le patch di sicurezza di Luglio 2019. Ci sono anche una nuova funzione e l’incremento della stabilità della modalità di scatto Emoji AR. Dopo aver introdotto la modalità di scatto notturno, ecco che compare su Galaxy S9 ed S9+ la funzione Call & Message Continuity.

La build in rilascio, identica sia per Galaxy S9 ed S9+, è la numero G960FXXU6CSG8 e dovrebbe essere disponibile in Italia nel momento in cui vi scriviamo.

L’aggiornamento, come potete vedere pesa un po’ più di 500MB, per la precisione 533MB. Ma una volta finito il download, troveremo una nuova ed utile funzione ad attenderci. Si chiama Continuità di Chiamate e Messaggi, ma una volta selezionata nelle impostazioni di connessione sul nostro Galaxy S9 o S9+ il nome apparirà in inglese, ovvero Call & Message Continuity.

Poco importa, la cosa interessante da sapere è che permetterà di rispondere alle chiamate su qualsiasi terminale con il nostro account Samsung. Impostando l’account principale su, per esempio Galaxy S9+, potremmo quindi associare ed abilitare altri terminali con il nostro stesso account Samsung.

Inoltre potremmo specificare se attivare la funzione sia su reti WiFi che anche in mobilità con il nostro operatore telefonico. Dal terminale principale, ovviamente, potremo anche revocare gli accessi ai dispositivi associati.

Per scaricare l’aggiornamento non dovrete far altro che seguire la notifica che vi comparirà a schermo o controllare dalla impostazioni, in caso non l’aveste ricevuta. Se avete notato altre modifiche in più rispetto a quelle che vi abbiamo descritto finora, segnalatecele pure usando il box dei commenti qui sotto.

Ringraziamo Alessandro M. per la segnalazione

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …