venerdì , Maggio 7 2021

Galaxy Tab S3 e Tab A (2017) ricevono Android Pie

A più di due anni dalla commercializzazione, Samsung aggiorna Galaxy Tab S3 e Tab A (2017) ad Android 9 Pie. Conferma ennesima dell’impegno della coreana per mantenere i top di gamma rilasciati nel corso del tempo sempre aggiornati. La nuova versione del software al momento è in rilascio in Vietnam, con l’estensione a macchia d’olio del nuovo firmware.

galaxy tab a android pie changelog

Tra le novità, ovviamente c’è l’ultima versione del robottino verde al momento disponibile. Prima del rilascio di Android Q per tutti quei terminali Samsung che lo riceveranno, Tab S3 ricordiamo che è stato presentato a Febbraio del 2017. La commercializzazione è avvenuta qualche settimana dopo, precisamente ad Aprile 2017.

Per Galaxy Tab S3 e Tab A questo potrebbe essere quasi sicuramente l’ultimo aggiornamento con un avanzamento di distribuzione. Attualmente per Galaxy Tab A l’aggiornamento ad Android Pie porta le patch di sicurezza datate 1 Giugno 2019. Per Galaxy Tab S3, invece, l’aggiornamento sembra sia in rilascio per la sola versione LTE al momento. Non è da escludere, comunque, che arriverà anche per la versione WiFi.

Il download per Galaxy Tab A è di circa 1,2GB, mentre le dimensioni del pacchetto OTA per Galaxy Tab S3 con l’avanzamento ad Android Pie non sono note. Ovviamente per controllare la disponibilità dell’aggiornamento non dovrete far altro che andare nel menu impostazioni. Se non avete già ricevuto la notifica o non lo trovate nemmeno con un controllo manuale, abbiate pazienza. Come spesso in questi casi, il rilascio non è globale e sicuramente procederà in modo pianificato.

Manca poco, ma anche su Galaxy Tab S3 (LTE) e Galaxy Tab A potrete finalmente avere Android 9 Pie. Brava Samsung, anche se c’è chi lamenta il ritardo.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …