sabato , Aprile 17 2021

Google Pixel 4 mostrato in foto dal vivo

Sappiamo già che molto probabilmente la settimana prossima verrà rilasciato Android 10. Per il robottino verde, ormai è ufficiale, non ci sarà più il sistema di nomenclatura basato sui dolci, ma solo sul numero di versione. Pixel 4 mostrato in queste foto dal vivo, invece, non ha ancora una data di presentazione, né tanto meno un data di commercializzazione.

Prima di tutto, notiamo che l’utente che lo ha immortalato, dovrebbe averlo ricevuto da poco. Non ha nemmeno tolto le pellicole protettive sia dalla parte frontale, che posteriore ma ha quasi completato il setup iniziale. Le foto sono state condivise non appena il display è stato in grado di mostrare almeno la schermata di blocco che vediamo qui sopra.

In quest’altra immagine, invece, non è difficile notare che il retro dovrebbe essere in vetro, molto probabilmente Gorilla Glass 6. Ma non è l’unica cosa che salta all’occhio. Il comparto dei sensori ottici, vuoi un po’ per la forma, vuoi per il layout dei sensori, colpisce e non poco. Sappiamo già che ci saranno due sensori ottici, su questo Google ci ha anche detto “aspettate di vedere cosa sa fare”.

Sotto ai due sensori, il flash LED in risalto per via del contrasto, ma sopra un puntino. L’adesivo di avvertimento, potrebbe dare un chiaro indizio di cosa si tratti. Con la dicitura “Class 1: Laser Product” si indicano tutti quei prodotti in grado di emettere un laser non nocivo per la vista. Che cosa potrebbe emettere un fascio laser nella parte posteriore di Google Pixel 4 mostrato in queste foto dal vivo? Un sensore Time of Flight, o ToF in grado di scansionare gli oggetti inquadrati con un fascio laser.

Al momento non abbiamo conferme ufficiali, ma se a Google dovesse saltare il grillo e rilasciare informazioni dettagliate su Twitter è un evento considerabile. Del resto, quando si è trattato del design lo ha condiviso con una certa spudoratezza e spavalderia, ma a noi è piaciuto tantissimo. A voi? Usate il box dei commenti per farci sapere che ne pensate.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …