giovedì , Maggio 13 2021
huawei emui 9.1 roadmap

Huawei aggiornamenti EMUI 9.1 in arrivo su 19 terminali

Ottime notizie per tutti i possessori di terminali a marchio Huawei:gli aggiornamenti alla EMUI 9.1 stanno per arrivare. Oltre alla disponibilità dell’aggiornamento, ha comunicato anche le date di rilascio per ben 19 dispositivi. Nonostante il ban e, come detto in precedenza, Huawei rilascerà gli aggiornamenti per i terminali che hanno già Android.

Avevamo visto la risposta ufficiale, ma se ancora foste scettici ecco la lista di terminali Huawei che riceveranno l’aggiornamento alla EMUI 9.1:

  • Giugno 2019
    • P20 Lite
    • Mate 20, Mate 20 Pro e Mate 20 RS Porsche Design
  • Luglio 2019
    • P20, P20 Pro
    • Nova 3 e Nova 3i
    • P30 Lite
    • Mate 10, Mate 10 Pro e Mate 10 RS Porsche Design
    • Mate 9 e Mate 9 Pro
    • Y9 2019
    • Y6 Pro 2019
    • Y5 2019
  • Agosto 2019
    • P10 e P10 Plus

In pochi giorni Huawei darà il via al rilascio, quindi, degli aggiornamenti con la EMUI 9.1 per P20 Lite ed i Mate 20. Un Luglio infuocato, seguito da un Agosto abbastanza tranquillo.

Tanti aggiornamenti che, almeno per i possessori di ben 19 dispositivi Huawei, dovrebbero togliere il dubbio a proposito del supporto o meno, anche dopo il ban. Ci sono e state tranquilli, Huawei continuerà ad aggiornare i tutti i dispositivi prodotti e commercializzati prima del ban.

Fonte

AGGIORNAMENTO: Huawei non ha incluso nella lista Mate 20 Lite. Anche quest’altro terminale andrà a ricevere l’aggiornamento sul finire di Agosto 2019.

Inoltre segnaliamo che l’assenza di alcuni terminali non giustifica che non possano ricevere le EMUI 9.1. Anzi, significa soltanto che per loro ancora non c’è una data pianificata. Quelli che abbiamo visto sono, appunto, i terminali per cui è disponibile una data, sebbene sia indicativa al mese di rilascio.

Si ringrazia Francesco Nobile per la segnalazione

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …