lunedì , Novembre 30 2020
Huawei Shenzhen Campus

Huawei crescita nel primo semestre 2019 del 23%

Il 2019 per Huawei è l’anno in cui è stata inserita nella Entity List degli Stati Uniti. Eppure, se ieri abbiamo visto che nel mercato cinese continua a crescere, globalmente la situazione è pure migliore. Huawei, nel primo semestre del 2019, oltre ad essere stata bandita dagli USA, ha registrato vendite per 118 milioni di smartphone con una crescita del 23%.

Il presidente del Consiglio di Amministrazione di Huawei, Liang Hua, ha affermato quanto segue:

Con le fondamenta che abbiamo posto nella prima metà del 2019, continuiamo a vedere una crescita anche dopo essere stati inseriti nella Entity List. Ciò non significa che non avremo delle difficoltà. Le avremo e potrebbero influenzare il nostro ritmo di crescita nel breve termine, ma rimarremo sulla rotta. Siamo pienamente fiduciosi di cosa ci riserva il futuro e continueremo ad investire come previsto, incluso un totale di 120 miliardi di CNY (ndr, cioè 15 miliardi di €) investito quest’anno in Ricerca e Sviluppo. Affronteremo queste sfide, fiduciosi che Huawei entri in una nuova fase di crescita dopo che il peggio sarà passato.

Rispetto al primo semestre del 2018, nel 2019 con i 118 milioni di terminali Huawei ha registrato una crescita del 23,2%, inclusi tablet, PC e indossabili.

Il mercato si contrae, ma Huawei cresce lo stesso

Come avevamo detto in precedenza, poiché globalmente il mercato degli smartphone inizia a soffrire di contrazioni molto probabilmente sintomatiche, crescere nelle condizioni in cui lo sta facendo Huawei non è affatto facile. Il primo motivo di contrazione del mercato, forse il più ovvio ed il più pesante in termini di rilevanza, è il prezzo medio di un terminale top di gamma.

Sicuramente aspetteranno dei mesi bui, ma fino al 18 Agosto ancora è presto per fasciarsi la testa. Intanto, anche dal punto di vista di apprezzamento globale, Huawei ha dimostrato di avere una solidissima realtà alle spalle. Non dimentichiamo che il meglio deve ancora arrivare, chi ha detto Huawei Mate 30 Pro? Se Huawei ha mostrato questa crescita nel primo semestre 2019, chissà come sarà la fine dell’anno per la cinese.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …