martedì , Novembre 24 2020
Huawei SD association

Huawei di nuovo nella SD Association

Prima fuori, poi dentro. Sembra che alla SD Association ci sia un po’ di indecisione o confusione generale a proposito della posizione con l’azienda cinese. Stando a quanto potete vedere nell’immagine qui sotto, adesso Huawei è di nuovo nella SD Association. Solo la settimana scorsa, infatti, l’azienda era stata rimossa dalla associazione, ma ora questa reintegrazione lascia un po’ spaesati.

Clicca per ingrandire

La pagina che vedete sopra, che potete raggiungere voi stessi cliccando qui, vi mostra la lista delle compagnie che fanno parte della SD Association. Fino a prima della reintegrazione, di cui non si ha ancora nessun dettaglio, Huawei avrebbe avuto una soluzione alternativa alle microSD. Ma adesso costa sta succedendo?


Prima esclusa per effetto del ban dagli USA, adesso Huawei è di nuovo nella lista della SD Association e se avvertite un senso di confusione è pressoché normale. Potrebbe darsi che sia un effetto della proroga di 90 giorni che gli USA avevano concesso a Huawei, ma ancora non c’è niente di ufficiale.

Purtroppo non essendoci nessuna comunicazione da parte della SD Association su questa decisione, ci muoviamo su un terreno impervio e puramente speculativo. No è nemmeno facile capire se si tratta di una decisione temporanea (o permanente) o se è effetto, come detto prima, della tregua concessa a Huawei dal governo USA. Non possiamo fare altro che attendere, sicuramente nei prossimi giorni avremo maggiori informazioni.

Su questa specie di soap opera internazionale, vi terremo aggiornati non appena avremo informazioni. Intanto, che ne pensate? Anche secondo voi la reintegrazione di Huawei nella lista dei membri della SD Association è effetto della “tregua” di 90 giorni?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …