sabato , Dicembre 5 2020
huawei batte apple

Huawei insegue Samsung, supera Apple che perde quote

Nonostante il cataclisma in cui è coinvolta la cinese, suo malgrado, Huawei si aggiudica un secondo posto nelle vendite globali di smartphone. Perdono quote di mercato, chi più chi meno, sia Samsung che Apple. Ma il settore, comunque, fronteggia una leggera contrazione. Huawei conferma la sua seconda posizione all’inseguimento di Samsung e supera Apple.

Fra i principali fattorie alla base della contrazione generale del mercato i due principali sono l’utenza, che non è più propensa al cambio del terminale dato il costo decisamente sostenuto. Successivamente c’è anche da considerare che i dispositivi vanno diventando sempre più performanti, accontentando in termini di prestazioni un po’ tutti e allontanando l’esigenza di performance migliori.

Huawei vende benissimo, ma ovviamente i dati sono “pre-ban” e si riferiscono la primo trimestre 2019. Comunque la cinese conquista il 5,2% in più del mercato. Samsung, invece, nonostante abbia venduto un ragguardevole numero di terminali, perché un po’ registrando un calo dell’1,3% delle proprie quote di mercato. Apple, registra una perdita del 2,2% che si traduce in un calo da 54 milioni di terminali venduti a poco più di 44. Ben 10 milioni di unità in meno non sono per niente poche, ricordiamo che Redmi Note 7 ha festeggiato per lo stesso numero di unita vendute.

Alla base, comunque, c’è una contrazione di quasi il 3% di tutto il segmento smartphone. Sarà interessante, comunque sapere che impatto potrebbe avere la situazione difficile che sta attraversando per ora la cinese. Intanto, comunque, il primo trimestre 2019 non è andato per niente male. Huawei, forte di P30 e P30 Pro ed anche se per i prossimi Honor 20 la commercializzazione in Europa è incerta (almeno per quanto riguarda il sistema operativo), sta per fare quel che Apple non è riuscita a fare. Scalzare Samsung dal trono. Huawei supera, quindi, definitivamente Apple e di questo noi, amanti del robottino verde, ne siamo contenti. Brava anche Samsung.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …