giovedì , Novembre 26 2020
huawei android q beta

Huawei Mate 20 Pro escluso da Android Q Beta

E ci siamo, siamo arrivati anche a questo ma era inevitabile. Non si può biasimare Google per aver applicato quanto imposto. Non è una situazione facile per nessuno e, come detto in precedenza, non ci occuperemo della vicenda legale in sé, ma cercheremo prossimamente di raccogliere quante più informazioni possibili per approfondire la vicenda. Comunque, Google ha rimosso Huawei Mate 20 Pro anche la possibilità di accedere ad Android Q Beta.

Il dramma che sta vivendo Huawei è fuori scala, una penalizzazione continua e che sta mettendo la cinese in una situazione davvero ostica. Vedere persino uno dei propri terminali che prima ne faceva parte, ma ora ne viene escluso perché dura lex, sed lex fa veramente specie. Tutti i possessori di Huawei Mate 20 Pro pregustavano l’uso in anteprima di Android Q grazie alla possibilità di accedere alle versioni beta.

Sogno che però va in frantumi perché se le azioni di Google sono dovute alla applicazione degli obblighi legali, l’impatto sull’utenza è devastante. Huawei, come abbiamo visto ieri, è al lavoro per offrire una soluzione alternativa alla carenza del Play Store. Purtroppo, però, la situazione di Huawei non è perfettamente chiara, ma lo vedremo in un approfondimento il più accurato possibile, perché da amanti di Android non possiamo farci condizionare né dalle vicende, né dalle nostre passioni. Rimanere oggettivi dev’essere il primo obiettivo per cercare di capire cosa sta accadendo alla cinese.

Intanto, cercheremo di tenervi aggiornati sulle conseguenze come questa, ma speriamo che la situazione possa migliorare prima possibile. Huawei, nonostante tutto, è il secondo produttore al mondo per quanto riguarda Android.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …