giovedì , Ottobre 22 2020
huawei nova 5i mate 30 lite

Huawei Mate 30 Lite avvistato in foto dal vivo

A quanto pare potrebbero esserci delle differenze di design, oltre che di specifiche tecniche fra la variante lite e i due terminali top della prossima serie Mate. Come possiamo vedere nelle immagini qui sotto, Huawei Mate 30 Lite è stato immortalato in alcune foto dal vivo. Proprio il retro mostra subito la prima differenza con le informazioni che avevamo finora sulla prossima seria in arrivo.

Le foto, avvistate su Weibo, sono state caricate da un leakster cinese e si riferisce a queste come scatti di Nova 5i Pro. Il codice del modello dietro, comunque, indica in realtà il numero SPN-AL00 che (insieme ad SPN-TL00) sappiamo si riferisce a Huawei Mate 30 Lite.

Potrebbe darsi che in Europa, il terminale possa arrivare con il nome di Nova 5i Pro. Da poco il terminale ha ricevuto la certificazione TENAA e potrebbe darsi che molto presto ne sapremo di più.

Fra le specifiche tecniche di Huawei Mate 30 Lite, avvistate per la maggior parte su TENAA, abbiamo un processore Huawei HiSilicon Kirin 810. La RAM sarà pari a 6 o 8GB e per la memoria interna ci saranno anche due tagli da 128GB e 256. Il display sarà di tipo Full HD+ con risoluzione pari a 2340×1080 pixel, diagonale da 6,29 pollici e di tipo IPS. Il sensore ottico principale nella parte posteriore sarà da 48MP, insieme ad un sensore grandangolare da 8MP, e due da 2MP per la profondità e per le macro. Batteria da 3.900mAh.

Sarà Huawei Mate 30 Lite? Huawei Nova 5i Pro? Purtroppo al momento possiamo solo tenerci il dubbio, non ci rimane altro da fare che aspettare le prossime settimane. Molto probabilmente riusciremo a scoprire altre informazioni, ma voi che ne pensate? Fatecelo sapere usando il box dei commenti qui sotto.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …