domenica , Novembre 29 2020

Huawei Mate X in foto… Bellissimo!

Proprio ieri era stato avvistato nelle mani di Yu Chengdon, ma oggi sono state diffuse in rete le foto originali. Potete ammirarle qui sotto. Siamo sicuri che potremmo scrivere qualsiasi cosa in questo primo paragrafo, ma non avremmo facilmente la vostra attenzione. Per cui una challenge che vi proponiamo è: commentate qui sotto con “ho letto il paragrafo” se avete letto il paragrafo invece di guardare direttamente Huawei Mate X in queste foto ad alta qualità.

Ovviamente scherzavamo, anche perché è praticamente impensabile competere. Non per dirlo, ma fra i due pieghevoli che verranno lanciati a Settembre, Mate X ha il design che più ci intriga. Anche questo potrebbe essere un bell’argomento di discussione nei commenti, fateci sapere quale dei due preferite. Esteticamente si intende.

Huawei Mate X in foto alta qualità

A quanto pare il sensore per le impronte è stato spostato sul nella parte posteriore, quindi non più sul lato. La serigrafia sul retro con la dicitura “NOT FOR SALE” indica, oltre che non è un terminale vendibile, che si tratta ovviamente di un esemplare cosiddetto “Pre-Production”.

In questo caso, come avevamo ipotizzato banalmente, si tratta di una delle fasi finali di test. Huawei, come avevamo già visto, ha è preso parecchia consapevolezza dei disaggi passati da Samsung. Per questo aveva ritardato la commercializzazione, estendendo ancora i test interni.

La signora, di cui riconosciamo il sandalo che si intravedeva nelle schermate di ieri, ha avuto persino il permesso di fotografare il terminale. Accordata, quindi, da Richard Yu la possibilità di immortalare Huawei Mate X in queste foto ad alta qualità, speriamo non le abbia chiesto di tenerle “segrete”. Tranquillo Richard, non lo diciamo a nessuno.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …