lunedì , Novembre 23 2020
huawei nova 5i

Huawei Nova 5i appare su AnTuTu con Android 9

Ormai abbiamo le orecchie, gli occhi e la testa piena della vicenda che sta imperversando sulla cinese a causa del suo bando dagli Stati Uniti d’America. Huawei, nonostante tutto, sta ancora lavorando su nuovi terminali di fascia media, con delle prestazioni per altro niente male. Huawei Nova 5i, infatti, è stato avvistato su AnTuTu dandoci informazioni sulle specifiche tecniche.

Il terminale in questione è stato avvistato con a bordo la seguente configurazione:

  • Display con risoluzione Full HD+, 2310×1080 pixel
  • Processore HiSilicon Kirin 710
  • Memoria RAM pari a 4GB
  • Memoria interna pari a 64GB
  • Android 9

Il display è un Full HD+, ma la dimensione non si conosce. Possiamo ipotizzare che sia di circa 6 pollici, in quanto questo è lo standard che va per la maggiore ormai. Benché non ci siano conferme e l’ipotesi possa sembrare plausibile, è una nostra pura speculazione.

huawei nova 5i
Clicca per ingrandire

Huawei Nova 5i: Android 9 o HongMengOS?

La cosa che fa più specie di tutti, invece, è vedere che il test è stato condotto con un terminale Huawei ed Android 9. Qui, a proposito di quanto accennato prima per quanto riguarda la situazione della cinese in America, spuntano due interrogativi. O Huawei Nova 5i su AnTuTu c’è finito con una versione di Android “senza licenza”, o forse stia vestendo i panni di HongMengOS?

Clicca per ingrandire

Altre domande che, purtroppo per Huawei, pongono l’utenza al confine fra incertezza e confusione. In questo guazzabuglio, comunque, il terminale era stato avvistato qualche giorno fa anche su Geekbench con lo stesso numero di modello, ovvero GLK-LX3. Anche in quel caso, a bordo c’era Android 9.0.

Staremo a vedere che accadrà nei prossimi giorni. Tra poco inizierà l’E3 e sicuramente in prossimità dell’inizio potremo avere informazioni maggiori su questo ed altri terminali.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …