martedì , Novembre 24 2020
p30 pro dc dimming

Huawei P30 e P30 Pro: DC Dimming presto con un update

Ancora non si sa nulla per quanto riguarda la vicenda che si sta svolgendo fra Huawei ed il governo USA, specie dopo che i legali della cinese si sono formalmente opposti al ban. Ma intanto, almeno per i due top di gamma, spunta una splendida notizia. Huawei P30 e P30 Pro supporteranno, a breve, il DC Dimming con il rilascio di un update imminente.

In pratica si passa dal controllo della luminosità del display PWM al DC. Ma cosa vuol dire? In termini molto semplici con il PWM Dimming lo smartphone gestisce la luminosità del display con impulsi di diversa durata, ma tutti con la stessa ampiezza. In altre parole, per avere livelli di luminosità bassi sul display, con il PWM si generano tanti impulsi di breve durata, ma ciò risulta evidentemente in uno sfarfallio del display.

p30 pro dc dimming

Il DC Dimming, invece, agisce sulla corrente che arriva al display. In questo modo si ottiene, abbassando la corrente, livelli di luminosità inferiori senza incorrere in sfarfallii fastidiosi. Però, con sé porta un piccolo svantaggio, ovvero la perdita di qualità delle immagini a bassi livelli di luminosità. Per i livelli da “normale” in su, non c’è nessun problema ed, anzi, si elimina del tutto lo sfarfallio.

In conclusione, come sicuramente avrete capito a proposito della situazione aggiornamenti ed Android su Huawei, per P30 e P30 Pro non ci sono problemi. Gli smartphone, avendo già ricevuto la licenza per usare Android da parte di Google prima del ban di Huawei negli USA, continueranno a ricevere aggiornamenti. Ne sono testimonianza, appunto, Huawei P30 e P30 Pro con il supporto al DC Dimming in arrivo a breve con il prossimo aggiornamento.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …