giovedì , Novembre 26 2020

Huawei venderà i modem 5G ad Apple

Sebbene la notizia non riguardi in modo stretto Android ed il suo ecosistema, qualcosa si sta muovendo a favore di Apple. Qualche giorno fa vi avevamo parlato di come Apple fosse nei guai per le forniture di modem 5G.

Abbiamo analizzato insieme il perché una svolta negativa per la vicenda non faccia piacere a nessuno. Nonostante la concorrenza debba essere da sprono per tutti i produttori, sembra controversa la decisione di Huawei di fornire i propri modem 5G ad Apple.

Non per remare contro cupertino, ma bensì perché se una strategia è stata quasi imposta al mercato, allora la coerenza dovrebbe farla da padrona. In particolar modo, se Huawei ha affermato che la propria piattaforma sarebbe stata usata solo su prodotti, appunto, Huawei non ci si può attendere un’eccezione.

Apple deciderà il prezzo?

Che Huawei abbia visto un possibile guadagno nella vendita dei modem 5G ad Apple è banale. Meno banale potrebbe essere il prezzo di vendita. Se da un lato Apple potrebbe ostentare a Huawei un braccino piuttosto corto, dall’altro canto la cinese potrebbe sghignazzare “la palla è mia, gioca chi dico io”.

Gioco forza, se Apple vorrà competere entro tempi ragionevoli contro gli altri produttore forse non potrà fare tanto la schizzinosa sui prezzi che la cinese proporrà.

Che la corsa agli armamenti abbia inizio

Manco fosse una guerra, per Apple l’implementazione della nuova tecnologia sta prendendo pieghe insolite. Qualcomm non ne vuole sapere, Samsung ha le sue problematiche produttive, MediaTek non è all’altezza degli standard qualitativi di Cupertino. Rimaneva Huawei, la più improbabile per chiarescelte aziendali.

Ancora una volta ed alla luce di quanto inaspettatamente emerso, staremo a vedere che cosa ci riserverà il futuro. Il primo e più forte competitor per Android è proprio iOS. Senza iPhone 5G la scena non sarà la stessa.

Tutto ciò lascia solo spazio a considerazioni, opinioni ma mai a giudizi. Usando il box dei commenti, fateci sapere cosa pensate di questa situazione. Fa bene Huawei o avrebbe dovuto continuare a seguire la sua strategia?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

Huawei-P-Smart-Z-preorder italy amazon

Huawei P Smart Z in preordine su Amazon a 279,90€

Se le informazioni non sono al sicuro nella rete, figuriamoci se ci si mette di …