lunedì , Novembre 23 2020
huawei logo

Huawei P Smart Z, nuovi render online

Le voci di corridoio diffuse un po’ di tempo fa a proposito di Huawei P Smart Z sono oggi accompagnate da nuovi render. Grazie a /leaks simao venuti in possesso di una nuova immagine sulla cui poter speculare giusto un po’.

Huawei P Smart Z front render popup camera

Huawei aveva introdotto la serie P Smart nel 2017, precisamente a Dicembre dello stesso anno. L’evoluzione della serie, a quanto pare, sembra stia portando al dispositivo che vedete qui di seguito. Il render, come sempre accade in queste circostanze, è da prendere con le pinzette. Anche se /leaks è uno di quei leaker che gode di un’alta affidabilità, non si tratta di informazioni ufficiali.

Huawei P Smart Z render

Huawei P Smart Z, design full schermo senza notch

Dall’immagine che abbiamo visto, possiamo fare sicuramente qualche speculazione. Muovendoci quindi nel campo ipotetico, possiamo dire che
Huawei P Smart Z si presenta con un design veramente interessante. La parte anteriore è principalmente composta da schermo. Sia lode (scusate l’enfasi) alla fotocamera frontale di tipo pop-up. Questa, essendo inserita in un carrellino su binari, permette l’eliminazione del notch frontale.

Sulle parte posteriore trovano spazio due sensori ottici, sicuramente uno principale ed uno grandangolare o per la profondità di campo. L’immancabile flash LED ed il sensore per la lettura delle impronte digitali ci sono anche.

Vi ricordiamo che al momento queste informazioni non sono supportate da nessuna fonte ufficiale. Dobbiamo per forza di cose prendere tutto quanto appena visto con cautela. Non sarebbe, del resto, il primo caso di un telefono avvistato e mai commercializzato. Che fare quindi? Soltanto munirsi di pazienza ed aspettare. Ricordando, comunque, che la serie P Smart è una delle serie economiche di Huawei, P Smart Z non dovrebbe essere troppo costoso.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

Huawei-P-Smart-Z-preorder italy amazon

Huawei P Smart Z in preordine su Amazon a 279,90€

Se le informazioni non sono al sicuro nella rete, figuriamoci se ci si mette di …