lunedì , 24 Febbraio 2020

Instagram Direct Reaction presto in arrivo

Amanti dei social network ed utenti di Instagram, preparatevi. Seconda l’indiscrezione condivisa su Twitter da Jane Manchun Wong, pare che Facebook ha in serbo di far approdare su Instagram Direct le Reaction. Le classiche animazioni con cui reagiamo ai messaggi, per esempio su Messenger, potrebbero arrivare fra non molto anche sul social network fotografico di Facebook. Oltre alle conferme, comunque, Jane si lancia in una piccola polemica (o frecciatina vera e propria, se vogliamo) a favore di Twitter.

Purtroppo non sappiamo quando Instagram Direct permetterà di usare le famose Reaction. Jane, come potete leggere dal suo tweet, ha divulgato anche la conferma di un portavoce di Facebook. In particolare, Alexandru Voica (@alexvoica) ha confermato che stavano lavorando su questa funzionalità da “alcuni giorni”

Facebook porterà su Instagram Direct le Reaction, come Twitter per i messaggi diretti…

Proprio per questo, Jane ha sottolineato che i lavori siano iniziati con tempistiche “sospette”. Ovvero, pare che Facebook abbia iniziato a testare su Instagram Direct le Reaction dopo che ha divulgato l’indiscrezione circa l’analogo sui messaggi diretti su Twitter.

Insomma, una novità per Instagram Direct quella delle Reaction che rischia di apparire come una corsa ai ripari. Se Twitter lo sta per fare, dobbiamo farlo anche noi. Sembra tanto lecito, quanto plausibile. Accogliamo, quindi, con piacere la notizia, lasciando da parte la sensazione di assenza di originalità. Sicuramente, sia su Twitter che su Instagram Direct aver la possibilità di aggiungere delle Reaction non fa male. Aggiungono espressività ad una conversazione testuale, che ben vengano. Voi che ne pensate? Vi piacerà vedere le reaction ai messaggi diretti su Instagram o non ne sentivate proprio la mancanza? Fatecelo sapere usando il box dei commenti o venendo a trovarci alla nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!