venerdì , Maggio 7 2021
mate 30 pro

Mate 30 Pro data di lancio ufficiale e case avvistati in rete

A quanto pare sarà rotondo l’alloggiamento per i sensori ottici di Huawei Mate 30 Pro ed il design potrebbe essere confermato dalla cover che vedete qui sotto. I produttori dei case, di solito, ricevono dei “mockup” dei terminali, giusto per la progettazione delle cover. Quella che vediamo qui sotto presenta un foro evidente al centro, mentre un’altro compare alla sinistra nella stessa foto. Oltre alla foto del case per Mate 30 Pro è emersa anche la data di lancio ufficiale.

Secondo le indiscrezioni fornite da RODENT950, se al centro ci saranno i sensori ottici, nell’altro foro più sottile ed allungato troveranno spazio i sensori posteriori. Quali siano non si sa, ma non possiamo escludere un eventuale sensore ToF.

La cosa che notiamo, comunque, è che su Mate 30 Pro nelle scelte di design il jack audio da 3,5mm sembra non fare parte del terminale. Nella parte bassa non si fa fatica a distinguere i fori per l’altoparlante di sistema, come quello per il microfono principale. Nella parte superiore sembra che ce ne siano altri due fori, probabilmente per il trasmettitore IR ed il microfono per la cancellazione del rumore.

La linea Mate 30, secondo un report di Hi-Tech Mail Ru dovrebbe avere come data di lancio ufficiale il 19 Settembre. Ciò significherebbe che il terminale verrà svelato poco più che fra un mese. Ma la situazione, per quanto riguarda Android non è ancora chiara, dirvi in questo momento se arriverà con Android Q o HarmonyOS è un po’ azzardato. Dovremmo aspettare i prossimi giorni, l’instabilità del terreno sul quale ci muoviamo per avanzare ipotesi è alta. Principalmente dipende dall’imprevedibilità dell’amministrazione Trump, quindi delle conseguenze.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …