mercoledì , Giugno 3 2020
Mate 30 Pro fotocamera cinematografico camera matrix

Mate 30 Pro, fotocamera con obiettivo cinematografico

Che la serie top di gamma di Huawei per le fotografie e, quindi, anche i video fosse la serie Mate non c’era dubbio. Con Mate 30 Pro Huawei vuole conquistare nuove vette, portando una fotocamera con obiettivo cinematografico e non solo. I brevetti che Huawei ha depositato relativi a Mate 30 Pro, parlano anche di Camera Matrix.

Procediamo per gradi, parlando prima di tutto della possibilità di vedere su Mate 30 Pro una fotocamera con obiettivo cinematografico. Nella domanda per il brevetto che vedete qui sopra, Huawei ha fatto richiesta appunto di brevettare una proprietà che va sotto il nome di Cine-Lens. Questo può inevitabilmente portare alla presenza sul terminale di un obiettivo cinematografico. Il costo di un obiettivo del genere può arrivare anche a svariate migliaia di euro. Come farà a mantenere il costo contenuto Huawei non ci è dato saperlo, ma vorremo vederla in funzione il prima possibile.

Qui, invece, la domanda depositata da Huawei ed all’esame dell’Ufficio delle Proprietà Intellettuali dell’Unione Europea, riguarda l’applicazione denominata Camera Matrix. Per spiegare semplicemente cosa sia la Camera Matrix, possiamo dire che si tratta di un procedimento di riconoscimento di un punto nello spazio in 3D, per poi interpolare i dati e produrre un’immagine in 2D.

Purtroppo però, qui arriva la nota dolente, non sappiamo per certo se queste applicazioni verranno implementate su sul prossimo top di gamma cinese. Al momento, comunque, rimane un piacevole rumor immaginare su Mate 30 Pro una fotocamera di livello straordinario. Brava Huawei, sai come prendere per la gola noi appassionati di tecnologia e, perché no, di fotografia.

Speriamo di avere informazioni precise il primo possibile, per ora limitiamoci a trattare la cosa come un rumor. Interessante, ma rimaniamo ancorati con i piedi per terra. Aspettando le conferme del caso, fateci sapere che cosa ne pensate usando il box dei commenti.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

Huawei Mate 10 riceve EMUI 10 e Android 10

Subito dopo il rilascio per Huawei P20 e P20 Pro, adesso tocca a Huawei Mate …