giovedì , Novembre 26 2020
huawei mate 30 pro vendite

Mate 30 e Mate 30 Pro vendite per 64milioni di euro in 1 minuto

Dati da capogiro, numeri stratosferici o record in assoluto che sia, Huawei ha ufficialmente confermato per Mate 30 e Mate 30 Pro vendite per oltre 60 milioni di Euro in un solo minuto dal lancio. Nonostante, quindi, la situazione del ban negli Stati Uniti, sono stati venduti un numero esorbitante di terminali. Ora sicuramente è da notare che in Cina qualsiasi terminale prodotto da qualsiasi OEM non ha preinstallati i Google Mobile Service. Vale a dire che su Huawei Mate 30 in Cina non ci sarebbero state comunque le applicazioni di Google.

Per la precisione, Huawei ha confermato ufficialmente il superamento della soglia di 500 milioni di CNY (che al cambio fanno soltanto 64.200.000€ circa). Impressionante? Non è solo questo, secondo una stima basata sui costi dei terminali potrebbero essere al momento fra i 60 ed i 100.000 dispositivi della serie Mate 30 ad essere stati venduti. In un minuto dall’inizio delle vendite.

Ma se la situazione del Play Store, della applicazioni principali di Google e quindi tutto ciò che deriva (YouTube, Play Protect etc) vi dovesse scoraggiare, non temete. A Huawei è fatto divieto di preinstallare le core app di Google, ma non a voi. Come fare? Semplicissimo, seguendo questo nostro articolo in merito all’installazione delle applicazioni di Google, Play Store incluso, sulla serie Mate 30.


Congratulazioni Huawei, Mate 30 Pro era uno dei terminali più atteso del 2019 ed è riuscito a superare le aspettative. La serie Mate 30, pertanto, segna un ottimo traguardo nelle vendite in Cina per Huawei. Cosa pensate che accadrà quando arriverà in Europa? Fateci sapere la vostra opinione usando il box dei commenti qui sotto.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …