giovedì , Settembre 24 2020
huawei logo

MateBook con Windows, licenza estesa. Google dorme…

Piccolo spazio, come se non ne avessi mai fatte abbastanza, per una piccola polemica. Un plauso a Microsoft che, evidentemente, si è dimostrata interessata alla vendita delle proprie license a Huawei. Google, per quanto riguarda l’uso di Android non vende la licenza, o almeno ufficialmente sappiamo così. Quindi ci atterremo alle informazioni ufficiali. Ma cosa sta succedendo e perché mai dovrei essere polemico?

I MateBook, la serie di PC Notebook di Huawei, arrivano con Windows preinstallato. Dopo il ban che gli USA hanno imposto a Huawei, nemmeno Windows poteva fare affari con l’OEM cinese. Eppure, di sospensione in sospensione, a quanto pare Microsoft avrebbe ottenuto il permesso di vendere la licenza a Huawei. Significa, quindi, che Microsoft avrà di sicuro presentato la richiesta per la quale il governo americano ha concesso tale permesso. Sempre finché gli USA non dimostrino che Huawei costituisce di fatto un problema per la sicurezza nazionale. In quel caso, tutte le licenze verranno sospese.

Google? Perché non si hanno informazioni in questo senso, ovvero perché non si sa nulla a proposito di Android sui terminali Huawei. Ce ne sono di interrogativi, ma se Huawei Mate 30 Pro inizia ad arrivare in Europa senza le applicazioni di Google, significa che qualcuno sta dormendo. Le domande sono troppe, diametralmente non c’è né una sola risposta né un indizio. Perché se Microsoft ha fatto richiesta e, forse, ottenuto la licenza per vendere il suo software a Huawei, Google non concede la licenza per l’uso di Android a Huawei? Non hanno presentato richiesta? L’hanno presentata, ma non è stata validata? Se siamo alla terza sospensione di 90 giorni per il ban imposto un po’ di tempo fa, come mai non si sa niente di Google e di quello che ha intenzione di fare? Altre domande?


… oppure la richiesta è in attesa!

Un’altra prospettiva, decisamente più rosea, potrebbe essere quella in cui Big G potrebbe aver fatto richiesta per la concessione della propria licenza a Huawei. In qualche modo, comunque, se è stato fatto un passa in questo verso, ancora non è stato comunicato niente.

Però, oltre alle polemiche, uniamo anche un po’ di ottimismo. Se le licenze per intraprendere affari con Huawei iniziano a sbloccarsi, potrebbe darsi che si parta da Microsoft per poi arrivare finalmente anche a Google.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …