domenica , Dicembre 8 2019
Home / Notizie / Mi Band 4, aggiornamento firmware tramite Mi Fit
mi fit logo aggiornamento mi band 4

Mi Band 4, aggiornamento firmware tramite Mi Fit

Finalmente ci siamo, Xiaomi si appresta a rilasciare per Mi Band 4 il tanto atteso aggiornamento firmware 1.06.24. Secondo un precedente rumor di di GizChina, si parlava di una versione 1.0.7.04. Numeri che influiscono poco, ma alla fine il firmware porta quella modifica che ci permetterà di impostare la durata del tempo di accensione del display.

Per scaricare l’aggiornamento, dovrete prima controllare sul Play Store la presenza di un aggiornamento di Mi Fit. In fondo all’articolo troverete il badge per il Play Store. Con questa nuova versione, per fortuna, viene anche risolto il problema di compatibilità con Android 10 che vi avevamo segnalato qualche giorno fa. Bravissima Xiaomi.

Per usare, invece, su Mi Band 4 la nuova funzione per regolare la durata di accensione del display con il nuovo aggiornamento firmware, non dovrete far altro che andare nelle impostazioni della band stessa. Andate in “Altro -> Impostazioni -> Spegnimento Automatico”. Qui potrete scegliere fra “Predefinito” o una durata che va da 6 a 10 secondi.

Ottimo Xiaomi, ma mi preme ancor di più far un plauso alla cinese per la tempestività con cui hanno risolto il problema di compatibilità con Android 10. Piuttosto, adesso manca solo una piccola chicca per chi come me vuole informazioni dettagliate: il changelog della nuova versione firmware per Mi Band 4 direttamente su Mi Fit.

Per installare la nuova versione di Mi Fit e verificare se anche per la vostra Mi Band 4 è disponibile l’aggiornamento firmware 1.06.24 non dovrete far altro che cliccare sul badge qui sotto. Avete notato altre novità in questo nuovo firmware di cui noi non ci siamo accorti? Fatecelo sapere usando il box dei commenti o venendoci a trovare alla nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!