lunedì , Luglio 26 2021
motorola razr logo

Motorola Moto RAZR, prima immagine reale

“Hello Moto!” Chi non ricorda quest’espressione? Un tempo aveva portato la casa alata al successo, conquistando il mercato con Motorola RAZR V3. In quel momento, Motorola stava attraversando un periodo di crisi in quanto Nokia stava dominando il mercato. Il terminale, fra quelli a conchiglia come nemmeno Nokia stessa era mai riuscita a fare, era fra i più sottili ed i tasti interni erano in Nickel. Adesso però è l’ora dei display flessibili, ecco quindi Motorola Moto RAZR nella sua prima immagina da Evan Blass.

L’immagine, a detta del leaker è ufficiale e di solito quando si pronuncia @evleaks non è mai a caso o senza fondamenta solide. Non si sapeva più nulla del primo pieghevole di Motorola da tempo ormai, ma per fortuna oggi piomba a ciel sereno il primo scatto reale.

In questa immagine, Motorola Moto RAZR appare come i suoi predecessori ma ovviamente, una volta aperto, non ci saranno i tasti fisici. Nella parte alta della conchiglia, sembrerebbe di vedere una sporgenza. All’interno di questa, dovrebbe trovare spazio molto plausibilmente la fotocamera posteriore.

Le specifiche tecniche sono avvolte nel più assoluto mistero. Altrettanta segretezza racchiude la data di lancio. Non ci rimane che aspettare che i leaker mettano le mani su informazioni più gustose, ma questa prima foto reale manda in dietro il tempo. Motorola RAZR V3 è stato presentato nel 2004, circa 15 anni fa. Potrebbe tornare, tecnologicamente rivoluzionato. Non vediamo l’ora. Bravissima Motorola.


Come al solito, per commentare le nostre notizie, parlarne o rimanere sempre aggiornati, vi invitiamo a mettere un like sulla nostra pagina Facebook. Volete farci sapere che ne pensate? Usate pure il box dei commenti qui sotto.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …