sabato , Dicembre 5 2020

Nokia X71 ufficiale: Snapdragon 660 e fotocamera da 48 megapixel

Nokia ha finalmente alzato il velo da sopra il nuovo medio gamma, stiamo parlando di Nokia X71che in Italia dovrebbe essere commercializzato con il nome di Nokia 6.2. Ufficiali, quindi, sono anche le specifiche tecniche.

A bordo del terminale, come avevamo visto in questo nostro articolo troveremo:

  • Display da 6,39 pollici con risoluzione Full HD+ e rapporto di immagine 19.6:3
  • Processore Qualcomm Snapdragon 660
  • Tripla fotocamera posteriore con sensore principale da 48 megapixel e apertura focale f/.18, un sensore di profondità da 5 megapixel ed apertura focale f/2.4 ed un terzo sensore per la profondità di campo da 8 megapixel e 120° di apertura angolare
  • Fotocamera anteriore
  • Memoria RAM pari a 6GB, memoria interna 128GB espandibile tramite slot per schede microSD
  • Batteria da 3500mAh e connessione USB di tipo C con supporto alla ricarica rapida
  • Android Pie al momento del lancio

Medio gamma sì, ma al top!

Il terminale, comunque, fa parte di una fascia che sta un po’ al di sopra della fascia media, vista la dotazione comunque non si può di certo parlare di un medio gamma. Nokia, su questo smartphone ha implementato un notch per la sola fotocamera anteriore, mentre la capsula dell’altoparlante del telefono è integrata nella cornice. Questo permette di godere di un terminale con un impressionante rapporto schermo/corpo del dispositivo stesso del 93%: significa, in altre parole, che il 93% di quello che c’è nella parte anteriore del terminale è tutto display, mentre il rimanente 7% comprende la cornice, il notch nel display per la fotocamera ed il poco altro che rimane.

Non male per un terminale che, al momento in cui vi scriviamo, è stato annunciato per il mercato tailandese per il 10 aprile ed ad un prezzo molto interessante: circa 388$. Al momento per il mercato europeo non si sa niente, possiamo solo sperare che Nokia X71 o Nokia 6.2 potrebbe venire commercializzato con un prezzo di circa 399€.

Purtroppo e come sempre in questi casi, non possiamo far altro che attendere comunicazioni ufficiali. Voi che ne pensate? Vi fa gola il nuovo giocattolino finlandese?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!