martedì , Novembre 24 2020

OnePlus 7 Pro, ecco i render ufficiali

A pochi giorni di distanza dal lancio ufficiale abbiamo in nostro possesso molte informazioni del prossimo top di gamma OnePlus. Sappiamo le sue specifiche tecniche, sappiamo il giorno di presentazione ma manca un solo dettaglio: il prezzo. Intanto OnePlus 7 Pro si mostra nel suo render ufficiale.

Nell’attesa di avere quest’ultima ed importantissima informazione, /leaks senza troppi segreti condivide i render ufficiali di OnePlus. Come ne sia venuto in possesso è un mistero e noi lasciamo che rimanga tale. Possiamo comunque gustare la foto come golosi fuori da una pasticceria. Buona degustazione.

Ricordiamo che questa è la versione Pro di OnePlus 7 e che le sue specifiche tecniche dovrebbero comprendere la seguente configurazione:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 855 operante a 2,8GHz
  • GPU Adreno 640
  • Display Quad HD+ con risoluzione da 3120×1440 pixel e refresh rate di 90Hz e densità di pixel pari a 516PPI
  • Memoria RAM 6/8/12GB
  • Memoria per l’archiviazione interna 128 o 256GB di tipo UFS 3.0
  • Fotocamere posteriori da 48MP con apertura focale f/1.6 e stabilizzazione ottica delle immagini(principale), e 16MP con apertura focale f/2.2 e angolo di visione da 117° e 8MP con lente telephoto e zoom ottico 3x
  • Fotocamera anteriore di tipo pop-up da 16MP con apertura focale f/2.0, stabilizzazione elettronica delle immagini e registrazione dei video a [email protected]
  • OxygenOS con Android 9 Pie
  • Batteria da 4.000mAh con supporto alla ricarica rapida da 30W
  • Dimensioni 162,6 x 76 x 8,8mm

Purtroppo non sappiamo che prezzo avrà questo ennesimo peccato di gola per noi amanti di tecnologia. Staremo a vedere se, come le altre informazioni, anche il prezzo di commercializzazione di OnePlus 7 Pro verrà diffuso in rete. O riuscirà a rimanere segreto fino al lancio?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …