venerdì , Maggio 7 2021
oneplus logo never settle

OnePlus 7T Pro avvistato con fotocamera circolare

A quanto pare Huawei Mate 30 Pro potrebbe non essere l’unico ad esplorare un nuovo design per la fotocamera posteriore. Anche Pete Lau ha qualche idea, nella foto che vedremo qui insieme è intento ad illustrare alcune caratteristiche del prossimo top di gamma. Un delle quali vede OnePlus 7T Pro con la fotocamera posteriore circolare.

Nella slide a monitor che sta illustrando Pete si vede chiaramente il terminale, riconosciamo parte del logo Never Settle ed il blocco dei sensori ottici posteriori. Nella foto oltre al render che si vede nella slide, ci sono ben due prototipi. Uno sulla scrivania, l’altro per le mani di un membro dello staff di OnePlus che lo sta osservando da vicino. Non riusciamo in nessun modo a dire se si tratti di prototipi funzionanti o meno.

Ad essere sincero, il design circolare non mi dispiace affatto. Sarà principalmente questione di gusti, sui quali è difficile discuter, ma ognuno ha il suo. Questione di gusti a parte, è evidente la posizione del LED per il flash, al centro del blocco dei sensori, ma un po’ più sulla sinistra.

OnePlus 7T Pro, il design circolare della fotocamera confermato da @evleaks

Even Bass, noto su Twitter come @evleaks, ha pubblicato la slide che vedete qui sopra, in perfetto accordo con il terminale avvistato nella foto condivisa da Ishan Agarwal.

Per quanto riguarda le altre specifiche, non sappiamo assolutamente niente ancora. Il terminale, dovendo ereditare il trono di top di gamma 2019 della compagnia cinese, dovrebbe arrivare con almeno Snapdragon 855 Plus come SoC.


Le tempistiche per il lancio della versione T dei top di gamma sono bene o male sempre le stesse, fra la fine di Ottobre e l’inizio di Novembre. Aspettiamo con calma e vediamo che novità emergeranno nel corso delle prossime settimane ma come al solito, usate il box dei commenti qui sotto per farci sapere che ne pensate.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …