sabato , Aprile 17 2021
oneplus 7t specifiche tecniche

OnePlus 7T prime specifiche tecniche emergono in rete

Come al solito, menomale che ci sono i leaker che con le informazioni che riescono a reperire in rete svelano dettagli molto interessanti sui terminali in arrivo. Parliamo di OnePlus 7T, la versione normale, e di Ishan Agarwal che condivide gran parte delle specifiche tecniche. Aggiorneremo l’articolo quando ne troveremo di nuove, ma intanto il piatto sembra veramente ben condito.

Su OnePlus 7T troveremo (come avevamo speculato abbastanza facilmente) tra le specifiche tecniche le seguenti componenti:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 855+
  • Display Super AMOLED da 6,55 pollici con risoluzione 2K e refresh rate a 90Hz
  • Memoria RAM pari a 8GB
  • Memoria interna da 128 o 256GB
  • Fotocamera posteriore da 48MP per il sensore principale, 16 per il sensore grandangolare e 12MP probabilmente con zoom ottico
  • Fotocamera anteriore da 16MP, integrata nel display con un notch più piccolo
  • Batteria da 3.800mAh

OnePlus 7T in queste specifiche tecniche sembrerebbe condividere molte caratteristiche con il predecessore, ma le differenze sono decise e sostanziali. Partendo dal processore, che è abbastanza ragionevole che sia Snapdragon 855+, il display ha due incrementi notevoli. Piccolo incremento di diagonale (da 6,41 di OnePlus 7 a 6,55 pollici), ma risoluzione addirittura Quad HD (o 2K che dir si voglia).

Nel successore, peraltro, la memoria RAM minima spoilerata da Ishan è di 8GB di RAM. Non pensiamo sia l’unico taglio disponibile, ma se così fosse che ben venga: un solo taglio di memoria RAM per tutti. Anche per la memoria interna si parte da almeno 128GB, il doppio rispetto a OnePlus 7.

Ottimo, ma come al solito in questi casi prendiamo queste informazioni come dei rumor. Sembrano molto precise, Ishan poi è un leaker molto accreditato nel settore e staremo a vedere che cosa verrà confermato nei prossimi giorni. O cosa verrà smentito. Non dovrebbe mancare molto, la data di presentazione in India è prevista per il prossimo mese, il 26 Settembre.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …