giovedì , Settembre 24 2020

Oppo Reno 3 Pro 5G, il primo con camera in-display

Fotocamere popup, pivottanti, flippanti: come ho detto un paio di volte in altri articoli, sono tutti disperati tentativi (anche ben riusciti, vedi OnePlus 7 Pro e 7T Pro o ASUS ZenFone 6) di aumentate quel famosissimo rapporto STB. La cosa che porterebbe il Screen To Body Ratio su un altro livello, sarebbe ovviamente la fotocamera nascosta sotto il display. Se Xiaomi aveva mostrato un video teaser, anche Oppo lo aveva fatto ma alle’poca aveva avvisato della sua “non perfezione”. Questa mattina, invece, emerge un teaser che lascia ben sperare e riguarda Reno 3 Pro 5G.

Il teaser sembra proprio ufficiale ed è stato condiviso da Oppo su Weibo. Reno 3 Pro 5G, almeno mostrato in questo render, non sembrerebbe avere notch, fori o nient’altro per incastrare la fotocamera nel display. Purtroppo non possiamo vedere la parte superiore per capire se effettivamente ci sia o meno un meccanismo per l’estrazione della fotocamera.

Certo è che Oppo ci sta lavorando molto intensamente e se in tutti questi mesi, da quando l’ha mostrata per la prima volta, avesse davvero perfezionato la tecnologia? Non prendiamoci, come al solito, troppo sul serio, nel senso che si tratta di un misto di render ufficiali e di speculazioni. Non tanto rumor, ma pure congetture. Magari sarà davvero così o forse no, però la sensazione che lo scopriremo presto è molto intensa.

Se proprio devo vivere con una tacchetta, un notch, meglio quello a goccia al centro, che non altri troppo grossi e a volte troppo squadrati. I fori nel display, no grazie anche se mi rendo conto che sono gusti personali sui quali non c’è molto da discutere. Volete, invece, discutere con noi su Oppo Reno 3 Pro 5G? Ci trovate sia usando il box dei commenti qui sotto che visitando la nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …