venerdì , Maggio 7 2021
pixel 3a teardown

Google Pixel 3a teardown, lo schermo più facile da riparare

Come sono fatti i nostri terminali al loro interno? Grazie a canali YouTube come quelli di iFixit o JerryRigeverything, possiamo vedere sia teardown completi o quasi che altro. In questo caso, Google Pixel 3a è il candidato per il teardown di Jerry. Guardiamolo insieme e scopriamo com’è fatto al suo interno il nuovo terminale di fascia media di Google.

Pixel 3a, in questo video teardown, mostra prima di tutto quanto sia facile ripararne il display. Sia chiaro, se non sapete quello che sta per far Jerry, non emulatelo: in nessun modo il terminale vi verrebbe riconosciuto in garanzia per eventuali danni accidentali o, come in questo caso, intenzionali.

Successivamente, tutta la modularità interna del piccolo smartphone mostra un indice di successo di una riparazione “home made” abbastanza alto. Inoltre, la fotocamera principale ha la stabilizzazione ottica delle immagini. Lo sapevamo, ma una prova in video non ci dispiace affatto e come al solito ringraziamo JerryRigEverything.

Infine, il sensore per gli “squeeze”: sappiamo che Google Pixel 3a, se strizzato ai lati, attiverà l’assistente di Google. Ma come funziona e come sia montato al suo interno il sensore, no. Jerry, alla fine, ci dice che dopo OnePlus 7 Pro e Red Magic 3, Pixel 3a è il primo terminale che rimonta dopo un teardown funzionante. Brava Google.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …