domenica , Luglio 12 2020
poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci costringe a qualche compromesso. Tutto sommato potrebbe andare anche bene, ma se fossero troppi? Un interrogativo, riguardante POCO F2 Pro a cui possiamo avere alcune risposte nel teardown analitico di Zack. Sul suo canale JerryRigEverything, infatti, da poche ore è online il video che potete vedere con noi qui di seguito.

Ad un prezzo di lancio in Italia di 599€, Xiaomi sotto le spoglie di POCO ha commercializzato la sola versione da 6GB di memoria RAM. La stessa variante è stata presentata in Europa al prezzo di 499€, cioè 100€ in meno. Parliamo di 100€ che, se per alcuni utenti potrebbero non fare differenza, per altri invece sì. Purtroppo per POCO F2 Pro non finisce qui.

Abbiamo sempre detto che tratteremo ogni terminale con il rispetto che merita, in modo totale. Quindi ci sono cose su cui ci siamo soffermati con piacere, altre un po’ meno e non è solo la differenza di prezzo a non piacerci. Se il display a 60Hz oggi come oggi potrebbe essere una specifica quasi desueta, c’è da considerare che i terminali con frequenze di aggiornamento superiori non sono innumerevoli. Quindi, a partire dal display non può competere a 360 gradi contro gli altri terminali. Almeno il sistema di dissipazione, anche se in alluminio all’esterno è comunque efficiente.

poco f2 pro dettaglio sensori ottici posteriori

Ad un certo punto, però, quando Zack si sofferma sui sensori ottici posteriori, l’approssimazione raggiunge un altro livello sconfortante. Nessuno dei quattro sensori ottici posteriori, specie quello principale, è munito di stabilizzazione ottica. Nessuno.

POCO F2 Pro, teardown andato male? Il marketing non scherza!

Quando lanci un terminale che comunque monta al suo interno un SoC di fascia alta come Snapdragon 865, ma al suo fianco arriva in Italia con soli 6GB di RAM. Quando metti al suo interno come sensore ottico principale Sony IMX686 senza stabilizzazione ottica. Quando lo vendi, per giunta, ad 100€ in più, per ragioni che potremmo pure comprendere come tasse o IVA. Ci si aspetterebbe che almeno per le occasioni promozionali, il dipartimento Marketing di Xiaomi sia pronto a sedurre l’utenza. Così poteva essere, offrendo lo stesso terminale a 499€ per un periodo limitato di 24h.

Abbiamo evidenziato due dettagli, il primo è l’orario di scadenza della promozione. L’altro, come potete facilmente osservare, è l’orario di pubblicazione del tweet. Anzi, a dirla tutta rispetto al post pubblicato su Facebook ci sono ben 12 minuti di anticipo. Speriamo che, almeno per rendere goloso il terminale con qualche promozione, prossimamente Xiaomi riesca a pubblicizzarla in tempo utile. Passiamo sopra, perché conosciamo la convenienza dei prodotti Xiaomi. Voi che ne pensate? Siete comunque rimasti affascinati da POCO F2 Pro o aspettavate proprio il teardown di Zack? Fateci sapere cosa ne pensate usando il box dei commenti qui sotto o visitando la nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

Android 10 aggiornamento pixel bloccato

Android 11 The Beta Launch Show rimandato

Brutte notizie, Android 11 The Beta Launch Show è stato rimandato in data non meglio …