martedì , Novembre 24 2020
qualcomm logo

Qualcomm Snapdragon 875, specifiche trapelano in rete

Nuove indiscrezioni trapelano in rete e quando si parla di SoC su mobile, il primato indiscusso (ed indiscutibile, finora) lo detiene la californiana. La situazione, con il prossimo Qualcomm Snapdragon 875 potrebbe non cambiare ed anzi, viste le specifiche, addirittura migliorare. Rimane un mistero quando dovrebbe essere reso disponibile per gli OEM. Molto probabilmente potremmo vederlo entro fine anno, ma per questo dovremo attendere.

Quello per cui, grazie ai ragazzi di 91Mobiles non dovremmo di certo attendere sono le caratteristiche del SoC di prossima generazione. Qualcomm Snapdragon 875 arriverà con la seguente serie di specifiche tecniche:

  • Kryo 685 CPU con tecnologia Cortex Arm v8
  • Modem Snapdragon X60 5G con supporto alle reti 3G, 4G e 5G sia con supporto alle reti mmWave che con bande sub-6 GHz
  • GPU Adreno 660
  • VPU Adreno 665
  • DPU Adreno 1095
  • Qualcomm Secure Processing Unit
  • Processore per l’elaborazione delle immagini Spectra 580
  • Tecnologia Snapdragon Sensors Core
  • Supporto alle reti Wi-Fi con protocollo 802.11ax, 2×2 MIMO
  • Compute Hexagon DSP con Hexagon Vector eXtensions e Hexagon Tensor Accelerator
  • Supporto a memoria RAM LPDDR5 SDRAM ad alta velocità con Quad-channel package-on-package (PoP)
  • Sottosistema audio a bassa potenza con codec Aqstic Audio Technologies WCD9380 e WCD9385

Per ricapitolare le più importanti, in termini di prestazioni, la CPU vedrà il debutto dei core con processo produttivo a 5nm. Nel complesso, comunque, mancano ancora informazioni su frequenze di clock di CPU e GPU. Proprio per quanto riguarda la parte grafica, potremmo attenderci un miglioramento in questo senso ed anche un supporto ai driver aggiornabili tramite Play Store.

Qualcomm Snapdragon 875 potrebbe vedere la luce della ribalta con le sue golosissime specifiche tecniche, sul finire dell’anno. Non è atteso, in termini di produzione e quindi commercializzazione prima del 2021. Ma se questo è un piccolo spoiler di cosa ci attende, fateci sapere cosa ne pensate usando il box dei commenti qui sotto o visitando la nostra pagina Facebook.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …