lunedì , Novembre 30 2020
redmi k20 pro prezzo di lancio

Redmi K20 Pro prezzo inferiore ai 400€, la sfida a OnePlus

Se la storia dovesse ripetersi, ma questa volta cambia il brand che propone un “flagship killer” ad un prezzo molto aggressivo con specifiche tecniche del genere, saremmo più che contenti. Redmi si sta apprestando a lanciare K20 Pro e sembra che le intenzioni siano quelle di farlo ad un prezzo inferiore ai 400€.

Al momento, del terminale conosciamo poche specifiche tecniche, ma il suo punteggio su AnTuTu ha superato tutti gli smartphone con Snadragon 855. Lo avevamo visto ieri in questo nostro articolo. Attualmente lo smartphone più performante è OnePlus 7 Pro perché, come ben sappiamo, è composto da hardware senza nessun compromesso.

redmi k20 vs oneplus 7 pro

Redmi, che si è simpaticamente congratulata con OnePlus (vi riproponiamo l’immagine qui sopra), si appresta a lanciare sul mercato il suo primo top di gamma. Questa mossa costituisce la prima apparizione di Redmi nel settore delle ammiraglie, cimentandosi in una sfida ambiziosa. Se dovesse essere confermato il prezzo di lancio di Redmi K20 Pro inferiore ai 400€, il tutto inizia a farsi terribilmente goloso.

Fra le specifiche tecniche, oltre al processore, i rumor suggeriscono la presenza di 6GB di RAM e 64GB di memoria interna. Inoltre il sensore ottico principale dovrebbe essere un sensore da 48MP Sony IMX586. Per la fotocamera frontale, invece, sarà di tipo pop-up. Purtroppo, non ci sono conferme e quindi dobbiamo prendere tutto con un pizzico di sano scetticismo. Possiamo immaginare che, comunque, chi ha messo in giro queste informazioni non si stia sbagliando più di tanto, ma andiamoci con calma.

Non vediamo l’ora che sia il 21 Maggio perché, a quanto pare, la data di lancio è prevista per quel giorno e non possiamo fare altro che pazientare. Sicuro e non ci sono più dubbi ormai, quest’anno e soprattutto quest’estate ne vedremo delle belle. Forza Redmi, metti un po’ di pepe nella competizione perché ci voleva proprio.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …