martedì , Novembre 24 2020
redmi k20 pro primo render

Redmi K20 ecco il primo render stampa

Il giorno della presentazione, cioè il 28 Maggio. Dopo qualche giorno di silenzio su Redmi K20, ecco che emerge in rete il primo render. Lo smartphone, comunque, era stato avvistato qualche giorno fa su Weibo nella stessa identica colorazione. La foto, diffusa sul “Reddit cinese”, la potete vedere qui in copertina, mentre qui sotto vedete il render per la stampa.

Redmi K20 Pro render stampa
Clicca per ingrandire

L’intero design di Redmi K20 Pro, come possiamo notare in questo primo render per la stampa, è confermato mutuamente dalle due immagini. Quindi la presenza delle tre fotocamere sul retro, di cui una principale con sensore Sony IMX586, è cosa certa. Inoltre il layout dei sensori è verticale e pochi millimetri al di sotto dei sensori ottici troveremo il doppio flash LED.

Il tutto è avvolto da una colorazione a gradiente che dal chiaro porta ad un colore più scuro al centro, con dei riflessi molto belli. Sembra quasi che del fumo sia rimasto intrappolato sotto il vetro, donando un effetto davvero ammaliante. Insomma, Redmi K20 avrà un design da vero top di gamma. Non solo, come possiamo vedere anche in questo primo render per la stampa, anche la qualità nei materiali non manca.


Redmi K20 Pro, ufficiale dal 28 Maggio

Mancano poco meno di 4 giorni per la presentazione che dovrebbe avvenire in Cina, a Pechino (o Beijing, che dir si voglia). Staremo a vedere, ma conoscendone le specifiche tecniche, avendo visto le performance su AnTuTu ora lo vogliamo solo vedere in azione.

Attualmente, come sappiamo, lo smartphone sarà il primo top di gamma di Redmi. Il brand, figlio di Xiaomi, ha lanciato qualche settimana fa la sfida direttamente a OnePlus 7 Pro. Non appena possibile, cercheremo di mettere subito a confronto le specifiche tecniche, ma intanto dobbiamo avere la pazienza di aspettare il 28 Maggio. Voi che ne pensate?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …