sabato , 14 Dicembre 2019
Home / Notizie / Redmi K20 Pro inizia a ricevere Android 10 in Cina

Redmi K20 Pro inizia a ricevere Android 10 in Cina

Fiumi, letteralmente, di aggiornamenti e non ce lo aspettavamo proprio. Ieri sera Google ha dato il via libera ad Android 10 su tutti i Pixel commercializzati fino ad ora con un piacevolissimo effetto domino. Redmi K20 Pro in Cina inizia a ricevere Android 10 con la personalizzazione di Xiaomi, ovvero la MIUI 10.4.4.

Abbiamo quindi tutti i Pixel, OnePlus 7 e 7 Pro che ricevono la Open Beta di Android 10 (preludio inevitabile dell’aggiornamento alla versione stabile) ed ora il top di gamma cinese. Se Redmi K20 Pro sta ricevendo l’aggiornamento ad Android 10 in pianta stabile con la MIUI 10.4.4, lo stesso dovrebbe accadere per la versione europea. Non è quindi da escludere che chi ha atteso la spedizione di Xiaomi Mi 9T Pro possa trovarsi il terminale con un primo aggiornamento decisamente goloso.


Noi non possiamo che fare i complimenti a produttori come Xiaomi e OnePlus che avevano veramente il dito pronto sul grilletto. Anche se l’aggiornamento fosse arrivato fra qualche settimana, i tempi sarebbero stati lo stesso veloci, ma qui siamo nel campo dell’eccellenza. Non saranno da meno altri come Samsung e Huawei, ma di certo Xiaomi e OnePlus si sono portate un attimo in vantaggio. Anche se in versione beta.

Aspettiamo quindi di apprendere nuove informazioni sull’eventuale rilascio in Italia o in generale in Europa per Xiaomi Mi 9T e 9T Pro di Android 10 con la versione stabile della MIUI 10. Avete ricevuto l’aggiornamento ad Android 10 per il vostro Xiaomi Mi 9T o 9T Pro? Segnalatecelo usando il box dei commenti o contattandoci tramite gli indirizzi di posta che trovate qui. Per maggior informazioni sul rilascio della versione beta per Redmi K20 Pro di Android 10, potete consultare il forum ufficiale di Xiaomi a questo indirizzo.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!