martedì , Novembre 24 2020

Redmi K20 Pro problemi al touch screen

Quello che vedrete qui di seguito sicuramente non è Xiaomi Mi 9T Pro ma, come sappiamo bene, non c’è molta differenza con Redmi K20 Pro. Nel video, l’autore è indiano e noi lo ringraziamo per l’analisi che fa. Purtroppo non parla inglese ma, nonostante tutto, il video parla tristemente da solo. Possiamo quindi diagnosticare, con beneficio di qualche dubbio, che ci sia una maledizione sui touch screen dei terminali lanciati come “Flagship Killer”? Redmi K20 Pro sembra soffrire di problemi al touch screen come accadde per OnePlus One.

Ora sia chiaro, il problema non è estremamente invasivo, ma come ci tiene a sottolineare l’autore del video è fastidioso e non poco. Come potete vedere, nel gestire il multitouch il pannello con due tocchi statici ed uno in movimento si “confonde”.

Cosa che non succede su altri terminali, purtroppo. Se questo problema comunque non è estremamente invasivo, ripetiamo, nell’uso quotidiano, può diventare un ostacolo se giochiamo o comunque abbiamo necessità di un input statico ed uno dinamico. Pensiamo quando ruotiamo le foto o la mappa su Google Maps. La precisione, ovviamente, su Redmi K20 Pro con questi problemi al touch screen va a risentirne e non poco.


Non sappiamo se si tratta di un problema software o, peggio, di uno hardware. Sicuramente a breve potrebbe arrivare una risposta da parte di Xiaomi. Se questo, dopo le indagini che Xiaomi condurrà a proposito del difetto riscontrato, dovesse risultare in un problema fisico, allora la distribuzione in Italia potrebbe risentirne.

Speriamo che non sia così, che tutto sia risolvibile con un aggiornamento, magari del firmware del touch panel. In attesa di informazioni ufficiali a proposito del problema, fateci sapere la vostra opinione usando il box dei commenti qui sotto.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …